Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 11:01

Bellanova interroga il Ministro e denuncia omertà e latitanze su Ip-Korus

Bellanova interroga il Ministro e denuncia omertà e latitanze su Ip-Korus

Lecce - Sopra tutto, un commento: “Avevo parlato di inaffidabilità della IP Korus, e del suo Presidente, in tempi non sospetti, fin dal 2010. Sono stata lasciata sola a denunciare la scelleratezza di una operazione che oggi si rivela in tutta la sua devastazione, furbizia, e illegalità. Mentre qualcuno assumeva toni trionfalistici su promesse e progetti – mai realizzati – di riconversione e riposizionamento, io ricevevo minacce di querela perché denunciavo la vanità di quelle promesse e il paradosso di una multinazionale che, pur producendo utili, decideva di sospendere la produzione in Italia, praticamente con l’avallo di tutti. La notizia dell’esposto sul tavolo del Procuratore, e dei suoi contenuti anticipati dalla stampa, mi danno tristemente ragione”.

Così, la vicenda tutta salentina della British American Tobacco, del destino dei suoi lavoratori, dell’accordo di riconversione mai accaduta, delle risorse ingentissime versate (ma il condizionale è d’obbligo) da parte di Bat a Korus ai fini della stessa riconversione, e del trionfalistico e ingente investimento annunciato e previsto dalla Korus, ritorna ad essere al centro di una interrogazione della parlamentare pd Teresa Bellanova, che di questa vicenda è stata la testimone politica più attenta avendo peraltro intuito, alla luce dei fatti, la parabola esatta della vicenda.

Nell’interrogazione Teresa Bellanova ripercorre la vicenda della BAT fin dal 15 settembre 2010, “data della presentazione”, scrive, “del primo di numerosi atti parlamentari”.
Ricorda quindi la “situazione difficilissima dei circa 500 lavoratori operanti presso il sito leccese della multinazionale” e come, in controtendenza con l’accordo siglato presso il MiSE il 22 febbraio 2010, avesse segnalato per tempo l’inaffidabilità dell’azienda Korus “dal punto di vista della ricollocazione delle maestranze”.

Dopo tre anni, prosegue Teresa Bellanova, “il risultato sotto gli occhi di tutti è un territorio al quale è stato sottratto non solo lavoro ma anche capacità produttiva e sviluppo. Il tutto per compiere una operazione di delocalizzazione utile solo ad una multinazionale la cui unica ed evidente preoccupazione era quella di produrre laddove il costo del lavoro è minore. E questo nella distrazione totale di tanti, se evidentemente le grida di allarme non sono state colte per tempo”.

Per questo, la parlamentare torna a chiedere al Ministro Zanonato di intervenire con urgenza richiamando a responsabilità etica e sociale la multinazionale BAT Italia “affinchè i lavoratori coinvolti non siano vittime della facile distrazione di tanti che non hanno saputo ascoltare le grida di allarme rivelatesi fondate” e di verificare, “al netto del lavoro che la magistratura sarà chiamata a fare in questa vicenda, se l’azienda Korus abbia effettivamente ricevuto da BAT Italia incentivi economici a fronte dell’impegno di assorbire i lavoratori, persone che ad oggi risultano essere collocate in cassa integrazione fino al 3 dicembre p.v e cosa si vuole fare affinchè questi lavoratori siano ricollocati”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner