Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 13:27

Bellanova e Capone ad Alfano: "Uomini e mezzi contro la criminalità"

Bellanova e Capone ad Alfano: "Uomini e mezzi contro la criminalità"

Lecce - Non abbassare la guardia su quanto sta accadendo nel Salento e nel Capoluogo, sostenendo l’azione di Inquirenti e Forze dell’Ordine. E’ già all’attenzione del Ministro dell’Interno Angelino Alfano la lettera firmata dai parlamentari Pd Teresa Bellanova e Salvatore Capone e inviata in queste ore, dopo l’escalation criminale degli ultimi giorni.

“Nelle ultime settimane”, scrivono i due parlamentari, “numerosi episodi criminosi avvenuti nel capoluogo salentino sono tornati ad allarmare Forze dell’Ordine e Inquirenti, rendendo opportuna e necessaria una convocazione d’urgenza del Comitato per l’Ordine pubblico e la Sicurezza con l’obiettivo di una disamina più accurata di quanto accaduto negli ultimi due anni, anche ai fini della eventuale richiesta di risorse e mezzi idonei a contrastare la criminalità comune e organizzata”.

E ancora: “Il nostro territorio, come certo saprà, ha pagato un tributo altissimo negli scorsi decenni al crimine organizzato e per anni le nostre strade sono state insanguinate da delitti di mafia.
Per questo, pur plaudendo alla recentissima operazione denominata “Zero” condotta dal Procurato Capo Cataldo Motta con i pm Farina e Santacatterina che ha condotto proprio nella giornata di ieri a diciotto arresti nel brindisino, hanno destato evidente preoccupazione proprio le parole dello stesso Procuratore circa la possibilità di una nuova stagione criminale per Lecce e il Salento tra le cui ragioni, probabilmente, non è estranea la crisi economica che questo territorio vive, e che diviene straordinaria occasione per la criminalità organizzata di reclutamento delle manovalanze oltre che di penetrazione nei settori sani dell’economia”.

Infine: “Non ci sfugge, naturalmente, la rilevanza e l’importanza, anche simboliche, della presenza del ViceMinistro Bubbico il prossimo 19 ottobre a Lecce, per la firma del Protocollo per la legalità finalizzato al contrasto delle infiltrazioni criminali negli appalti. A maggior ragione, crediamo che sia estremamente importante non abbassare la guardia relativamente a quanto sta accadendo nel Sud della Puglia e, per questo, Le chiediamo come il Ministero intenda fronteggiare la penuria di uomini e mezzi già altre volte sottolineata dal Prefetto Perrotta, necessari per un’azione non solo di repressione ma soprattutto di prevenzione e controllo del territorio, allo scopo di impedire una recrudescenza e una escalation purtroppo facilmente prevedibili”.


Di seguito il testo integrale della lettera:

"Al Ministro dell’Interno
On. Angelino Alfano
e p.c.
Vice Ministro Filippo Bubbico
Prefetto di Lecce Dott.ssa Giuliana Perrotta
Procuratore Capo Dott. Cataldo Motta

Onorevole Ministro,

in queste ultime settimane numerosi episodi criminosi avvenuti nel capoluogo salentino sono tornati ad allarmare Forze dell’Ordine e Inquirenti, rendendo opportuna e necessaria una convocazione d’urgenza del Comitato per l’Ordine pubblico e la Sicurezza con l’obiettivo di una disamina più accurata di quanto accaduto negli ultimi due anni, anche ai fini della eventuale richiesta di risorse e mezzi idonei a contrastare la criminalità comune e organizzata.

Il nostro territorio, come certo saprà, ha pagato un tributo altissimo negli scorsi decenni al crimine organizzato e per anni le nostre strade sono state insanguinate da delitti di mafia.
Per questo, pur plaudendo alla recentissima operazione denominata “Zero” condotta dal Procurato Capo Cataldo Motta con i pm Farina e Santacatterina che ha condotto proprio nella giornata di ieri a diciotto arresti nel brindisino, hanno destato evidente preoccupazione proprio le parole dello stesso Procuratore circa la possibilità di una nuova stagione criminale per Lecce e il Salento tra le cui ragioni, probabilmente, non è estranea la crisi economica che questo territorio vive, e che diviene straordinaria occasione per la criminalità organizzata di reclutamento delle manovalanze oltre che di penetrazione nei settori sani dell’economia.

A tale riguardo non ci sfugge, naturalmente, la rilevanza e l’importanza, anche simboliche, della presenza del ViceMinistro Bubbico il prossimo 19 ottobre a Lecce, per la firma del Protocollo per la legalità finalizzato al contrasto delle infiltrazioni criminali negli appalti.
A maggior ragione, crediamo che sia estremamente importante non abbassare la guardia relativamente a quanto sta accadendo nel Sud della Puglia e, per questo, Le chiediamo come il Ministero intenda fronteggiare la penuria di uomini e mezzi già altre volte sottolineata dal Prefetto Perrotta, necessari per un’azione non solo di repressione ma soprattutto di prevenzione e controllo del territorio, allo scopo di impedire una recrudescenza e una escalation purtroppo facilmente prevedibili.

In attesa di un Suo riscontro, i nostri distinti saluti".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner