Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 20:36

Negro: "Il piano paesaggistico non può essere un'esclusiva della Giunta"

Negro: "Il piano paesaggistico non può essere un'esclusiva della Giunta"

Lecce - “La proposta di modifica della Legge Regionale n. 20/2009 si inserisce in quella battaglia del Gruppo dell’Udc volta a recuperare un equilibrio nei rapporti tra il potere esecutivo della Giunta ed il potere legislativo del Consiglio. È evidente che la Regione Puglia ha uno statuto prettamente presidenzialista che, se pur contestato dall’attuale maggioranza al tempo dell’approvazione, in epoca in cui governava il centrodestra, nulla ha mosso in questi otto anni di Governo per invertire la rotta”.

Lo ha ribadito il presidente del Gruppo regionale Udc durante i lavori della V Commissione Consiliare che oggi ha esaminato la proposta di modifica alla Legge Regionale n. 20/2009 “Norme per la pianificazione paesaggistica” avanzata dal Gruppo centrista. Su proposta dell’assessore Barbanente, che ha chiesto ulteriore tempo per approfondire la questione, il voto sulla proposta di legge è stato rinviato di una settimana.

“È nostro convincimento – ha sottolineato il capogruppo Negro – che occorre recuperare quella funzione del Consiglio nelle azioni proprie della programmazione settoriale ed intersettoriale che riveste un interesse per tutta la Regione. Un Piano come quello paesaggistico non può essere di esclusiva competenza della Giunta, come autorizza la legge del 2009. Per questo abbiamo presentato una modifica dell’art 2 della legge finalizzato ad assegnare la approvazione definitiva del Piano paesaggistico in capo al Consiglio regionale. Ribadiamo con forza la nostra opposizione a chi tenta di ridurre questo importante piano di tutela del paesaggio regionale al rango di mero regolamento, giustificando così l’assunzione delle responsabilità dell’approvazione dello stesso in capo alla sola Giunta. Il Consiglio regionale rimane a nostro avviso l’organo sovrano i cui componenti democraticamente eletti meglio possono interpretare le esigenze e le aspettative dei territori amministrati. Questa – ha concluso il presidente Negro – rappresenta una occasione di riscatto per chi crede in una democrazia partecipata e si vuole riscattare da quel leaderismo che comporta un deficit di democrazia”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner