Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 21:42

M5S: "Giustizia, la questione dei tribunali pugliesi arriva in Parlamento"

M5S: "Giustizia, la questione dei tribunali pugliesi arriva in Parlamento"

Lecce - Mentre in Regione Puglia si approva con 49 voti favorevoli (un astenuto ed un voto contrario) la richiesta di referendum abrogativo della legge che prevede la soppressione dei tribunali minori, a seguito della riorganizzazione degli uffici giudiziari, copiando le iniziative di altre regioni come l’Abruzzo, i deputati del MoVimento 5 Stelle portano direttamente all’attenzione del Ministro Cancellieri la drammatica situazione dei tribunali pugliesi. Con una interrogazione parlamentare del deputato Andrea Colletti, controfirmata dai colleghi pugliesi del M5S Giuseppe L’Abbate, Francesco Cariello, Emanuele Scagliusi, Giuseppe D’Ambrosio, Giuseppe Brescia e Diego De Lorenzis, viene richiesto dunque al Ministero di far chiarezza sul Decreto Ministeriale dell’8 agosto 2013, con cui è stato autorizzato l’utilizzo per altri 5 anni delle sedi giudiziarie soppresse.

Si chiede di sapere se sia stato preceduto dal controllo preventivo della Corte dei Conti e dal parere delle amministrazioni locali previsto dalla legge e, in caso affermativo, secondo quali criteri dunque sia stato valutato il risultato di tali consultazioni. I deputati del MoVimento, inoltre, chiedono un intervento urgente sulla riorganizzazione della geografia giudiziaria (D. Lgs. 155/2012) così da eliminarne le evidenti criticità. Dal Gargano al Salento, infatti, sono state numerose le azioni intraprese dagli amministratori comunali, dagli avvocati e dalle associazioni di categoria: manifestazioni, proteste e ricorsi al TAR evidenziati nella interrogazione e su cui si richiede che il Governo Letta ne tenga in debito conto. L’interrogazione parlamentare si conclude con l’invito al Ministro Cancellieri di predisporre una “riforma organica dell’amministrazione della giustizia che consenta di superare pienamente l’inefficienza e gli sprechi che la contraddistinguono da decenni”. Nella situazione attuale, infatti, a detta degli stessi operatori del settore, si rischia una ulteriore paralisi della giustizia: una macchina già in precario funzionamento e che necessita di 6-7 anni per il giudizio in primo appello.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner