Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 18 novembre 2017 - Ore 15:10

M5S: ennesima batosta per i cittadini, arriva la Tares

M5S: ennesima batosta per i cittadini, arriva la Tares

Nardò - Cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia. Come purtroppo preannunciato, l’aumento della tassa sui rifiuti è arrivato. Tale risultato è da attribuire esclusivamente all’incompetenza dei nostri amministratori, impegnati ad occupare poltrone anziché salvaguardare gli interessi dei cittadini. In questi giorni vengono recapitate le bollette della “sconosciuta” TARES, vale a dire la nuova imposta relativa al servizio di raccolta dei rifiuti e, ovviamente, è già arrivata la prima batosta: tre rate da pagare in tempi brevissimi con in più l’aggravio di una quarta rata che non è stata ancora quantificata e che arriverà a sorpresa a dicembre, insieme alla già pesante ed ingiusta rata dell’IMU.

Eppure nello scorso mese di dicembre avvisammo Sindaco ed amministrazione di quello che sarebbe accaduto; non è certo causa della negligenza dei cittadini ma tale aumento è imputabile alla mancata organizzazione del servizio di gestione dei rifiuti, tuttora inadatto, e che comporta un risultato in percentuale penoso: 12% di Raccolta Differenziata nell’anno 2012. Nell’aprile dello stesso anno consegnammo a mano al Sindaco e, successivamente, protocollammo in comune una delibera “pronto uso” per avviare la strategia rifiuti zero a Nardò, puntualmente ignorata. Nel mese di dicembre, dopo una nostra diffida al Sindaco, assistemmo ad una vera e propria farsa: tanti proclami e comunicati il cui risultato ovviamente è rimasto lo stesso: una scarsa percentuale di raccolta nel nostro comune. L'incompetenza dei nostri amministratori fa ricadere le loro colpe, ancora una volta, sulle tasche dei neretini, senza considerare i danni ambientali.

Ricordiamo che il conferimento dei rifiuti indifferenziati in discarica costa 65 euro la tonnellata, mentre smaltire l'umido costa 98 euro, per non parlare dei danni incalcolabili alla salute e all'ambiente che riscontriamo dall’incenerimento dei rifiuti.
Con la raccolta differenziata porta a porta avremmo strade più pulite. Inoltre, dagli utili dalla vendita dei materiali riciclabili ai consorzi, ci sarebbe la possibilità di pagare una TARES notevolmente più bassa che, in questi momenti di crisi, certamente aiuterebbero i già martoriati bilanci familiari.
Con la raccolta differenziata spinta con tariffa puntuale e con il coinvolgimento dei cittadini, facendo assemblee di quartiere in cui tutti possano dare il proprio contributo, con consigli e critiche costruttive, sarà possibile abbassare i costi del servizio di gestione dei rifiuti con un notevole risparmio per tutti. Citiamo il programma elettorale del Sindaco Marcello Risi:“ Punto 17: Fare la differenza, pensare al futuro dei nostri figli. Portiamo la differenziata almeno al 70 per cento, Daremo un forte impulso alla raccolta differenziata dei rifiuti.”

“ Punto 18: Stop al caro bolletta sui rifiuti. Ridurremo progressivamente il costo della bolletta relativa ai rifiuti. Sconfiggeremo le speculazioni che hanno portato a livelli assurdi le bollette dei rifiuti. Staremo dalla parte dei cittadini. Senza riguardi per nessuno.”
E’ palese come tali impegni, assunti in campagna elettorale, siano stati puntualmente disattesi. Pertanto riteniamo che sia giunto il momento, per l’amministrazione di Nardò, di assumersi le proprie responsabilità e di dimettersi.
Da anni ripetiamo che il MoVimento Cinque Stelle è per la strategia rifiuti zero, ma a Nardò continuiamo ad essere all'anno zero dei rifiuti. Perché?
A questi pessimi gestori della cosa pubblica chiediamo una sola azione: andatevene!


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner