Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 21:31

"Vendesi questo immobile", campagna contro l'Imu del M5S

"Vendesi questo immobile", campagna contro l'Imu del M5S

Nardò - "Insieme ed al fianco degli imprenditori di Nardò, il MoVimento Cinque Stelle di Nardò sarà in strada la sera del 16 luglio in via Grassi, ritenendo assolutamente sbagliate anche le politiche fiscali messe in campo dall’attuale maggioranza. Da qui scaturisce l’iniziativa, che avrà luogo nei giorni 19 e 20 luglio, di affiggere sulle vetrine di molte attività neretine il cartello con la scritta: “Vendesi questo immobile, prima che lo “Stato” me lo porti via”.

D’altronde avendo un Sindaco e degli Assessori part-time, la città non poteva aspettarsi di più. La situazione socio-economica, anche e soprattutto a Nardò, è tale da indurre chiunque si proponga ad amministrare la città a spendersi a tempo pieno e in modo collegiale, per capire quali azioni intraprendere. L’IMU sulle attività produttive, nel caso specifico, poteva benissimo essere azzerata quasi del tutto, visto che, stando a quanto sostiene il Sindaco, siamo un comune virtuoso con un avanzo di bilancio di 1.500.000,00 euro, con un patto di stabilità rispettato per circa 700.000,00 euro e con il riconoscimento di un ulteriore spazio finanziario di circa 300.000,00 euro.

Come minimo ci si aspettava un azzeramento dell’aumento delle aliquote deliberato nel 2012. Perché non è accaduto nulla di tutto ciò? Eliminare l’IMU si può. Altri Comuni, in Italia lo hanno dimostrato. Per far ciò occorreva ed occorre avvalersi di persone con competenze manageriali; occorreva ed occorre concentrare tutte le proprie risorse intellettuali e professionali a favore del territorio. Ad oggi Nardò propone risse tra Assessori, nessuno dei quali, tra l’altro, adatto al ruolo. Intanto la città langue ed i commercianti e gli artigiani sono sempre più disperati. Le loro grida di aiuto non vengono raccolte da una classe politica che, non si tema alcuna smentita, è colpevole senza possibilità di appello dello stato di disgrazia in cui versa il paese. A questi pessimi gestori della cosa pubblica chiediamo una sola azione: andatevene!"


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner