Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 25 novembre 2017 - Ore 10:39

Marinelli: "Con Vita Indipendente stiamo scrivendo la storia"

Marinelli: "Con Vita Indipendente stiamo scrivendo la storia"

Italia - «Diventano finalmente realtà i progetti personalizzati di vita. È un grandissimo risultato, un passo avanti storico, non solo per la Puglia». Commenta così Simone Marinelli portavoce dell’ENIL (European Network on Independent Living), la rete europea per la Vita Indipendente, all’indomani della conferenza stampa di presentazione dell’Avviso pubblico che finanzierà i progetti per l’autonomia personale e l’inclusione socio-lavorativa delle persone con disabilità. «La finalità complessiva di questi progetti è quella di dare la possibilità, a una persona in una fascia d’età compresa tra i 16 e 64 anni con disabilità grave, di autodeterminarsi e di poter vivere il più possibile in condizioni di  autonomia, la propria vita.

La persona con disabilità abbandona la posizione di “oggetto di cura” per diventare “soggetto attivo” e risorsa per la società. Sta qui la grande innovatività del progetto, visto che da oggi la persona con disabilità avrà la possibilità di scegliere e assumere direttamente, con regolari rapporti di lavoro il proprio assistente, concordando direttamente con lui mansioni, orari e retribuzione, rendicontando la spesa sostenuta all'amministrazione del proprio ambito, che sosterrà economicamente la persona beneficiaria. La Regione dà vita, così, a un cambiamento culturale importante per le persone disabili. Autonomia e Attivazione nella società sono le parole chiave, che permetteranno di uscire dalla logica della ospedalizzazione dell’intervento d’aiuto».  

Una rivoluzione culturale, insomma, anche nelle modalità che hanno condotto alla realizzazione dell’intervento. Sottolinea Marinelli:«A differenza di altre regioni che si sono munite prima di leggi senza però mai rendere operativo il progetto, la Regione Puglia ha badato al sodo, cercando prima i fondi e poi costruendo attorno il contesto, una cosa che ha permesso di portare a termine con successo l’iter per l’avvio della fase di sperimentazione. Il mio personale ringraziamento va per questo motivo all’Assessore Regionale al Welfare Elena Gentile e allo staff dell’Assessorato, a cominciare dalla dirigente dott.ssa Anna Maria Candela, per il grande impegno di questi anni che oggi ci permette di portare a casa questo bellissimo risultato». Conclude Marinelli «Alla Conferenza Nazionale sulle politiche della disabilità, che si terrà a Bologna il 12 e 13 luglio, dove il progetto sarà presentato a livello nazionale, la Puglia non risulterà finalmente più seconda a nessuno, anzi risulterà tra le regioni più all’avanguardia nelle politiche di welfare».


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner