Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 20 ottobre 2017 - Ore 21:47

Negro: "La mala burocrazia sta uccidendo la Puglia"

Negro: "La mala burocrazia sta uccidendo la Puglia"

Lecce - “Da tempo, insieme ad altri colleghi consiglieri regionali, auspichiamo una Puglia meno burocratica e più efficiente. Purtroppo l’ennesimo caso di mala-burocrazia, che questa volta ci giunge da Maglie, ci fa comprendere quanto difficile sia fare impresa su questo territorio e contribuire allo sviluppo economico e sociale della nostra regione”.

Lo ha detto il presidente del Gruppo Regionale Udc, Salvatore Negro che ha invitato il presidente Vendola ad interessarsi direttamente della complessa questione della mala-burocrazia, magari con l’aiuto di una task-force di tecnici e consiglieri regionali che possano contribuire alla soluzione del problema.

“Una delibera del Consiglio Comunale del 20 settembre 2012 ha operato una lieve modifica al piano di lottizzazione della zona artigianale di Maglie – ha spiegato il capogruppo Udc – In data 20 novembre 2012 è stata trasmessa alla Regione Puglia la richiesta e tutta la documentazione per avere la necessaria approvazione. Ma a distanza di 8 mesi da quella data non c’è stata ancora alcuna risposta e ciò a causa di lungaggini burocratiche che hanno visto la necessità di inviare a 14 soggetti la richiesta di parere prima della verifica di assoggettabilità a valutazione ambientale strategica propedeutica all’approvazione definitiva della variante. Tale richiesta, infatti, è stata inviata dal Servizio Ecologia a questi soggetti: Ufficio attuazione e pianificazione urbanistica; Ufficio Urbanistica; Servizio reti e infrastrutture per la mobilità; Servizio ciclo dei rifiuti e bonifiche; Servizio tutela delle acque; Arpa Puglia; Direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici; Sovrintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici; Sovrintendenza per i Beni archeologici; Autorità di Bacino; Ufficio Genio civile; Provincia di Lecce – Settore Lavori pubblici e Mobilità; Provincia di Lecce – Settore Territorio e Ambiente; Asl Lecce”.

“Noi non vogliamo colpevolizzare nessuno – ha sottolineato il Presidente Negro – Anzi solidarizziamo con quei  dirigenti e funzionari regionali, spesso mortificati nel proprio lavoro dalla carenza di organico e di mezzi a disposizione. Ma non si può più tacere su tali situazioni. Dopo 8 mesi di attesa per una variante, al giovane imprenditore non solo gli viene impedito di investire sul territorio, ma perde anche l’occasione partecipare a bandi di finanziamento emessi dalla Regione Puglia, compreso l’ultimo di aiuti al commercio pubblicato in questi giorni”.

“E’ sconcertante l’allarme del mondo delle imprese  secondo le quali la mala burocrazia in Italia sottrae 6 miliardi e mezzo di Euro al Pil del Paese. Ecco perché – ha concluso il presidente del Gruppo Udc – anche la Regione Puglia deve combattere con ogni mezzo queste disfunzioni per recuperare la fiducia del cittadino e dare una mano all’economia ormai in ginocchio del territorio. Anche noi, come il collega Amati, non vogliamo una deregulation ma dare ai pugliesi risposte in tempi certi e compatibili con le richieste del mercato, sempre nel rispetto delle regole di tutela dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio culturale”.  


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
mario - 05/07/2013
La mala burocrazia !!!
La burocrazia è frutto dell'occupazione clientelare e del nepotismo, male antico e molto diffuso nel salento.
La buona burocrazia non esiste, esiste solo la cattiva, i peggiori sono i grandi burocrati di stato super pagati
ed inamovibili, il debito dello stato regioni ,province e comuni è dovuto proprio a questa categoria di funzionari.
Il suo modo di operare è proprio questo .se i diritti dei cittadini vengono rispettati in breve tempo il potere di questa
gente è nullo, al contrario se c'è l'insabbiamento delle pratiche ed il ritardo nell'iter della stessa, per ottenerne
la conclusione ,bisogna ossequiare questa gente ,raccomandarsi e oliare tutta la filiera per arrivare al boss.
Cosi hanno funzionato e continuano a funzionare queste cose,inoltre il male si è ulteriormente aggravato
inquanto la mala burocrazia ha alimentato se stessa con gli aumenti degli organi di controllo che non
controllano, specializzati solo nell'arte di ritardare tutto e dare cosi più potere ai politici locali.
Purtroppo per sanare questo male e questo meccanismo perverso si dovrebbe incominciare dai politici
lei consigliere Negro è disposto a farlo?.



Banner
Banner
Banner