Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 19 novembre 2017 - Ore 00:33

Frasca: "Dall'Udc polverone inutile, non c'è incompatibilità"

Frasca: "Dall'Udc polverone inutile, non c'è incompatibilità"

Lecce - Il consigliere provinciale del Pdl Mino Frasca replica alla polemica presa di posizione degli esponenti Udc Isola e Melica sul presunto problema della incompatibilità tra le cariche nelle società partecipate e quelle di amministratori di Comune o Provincia.

Procurare disagi, false domande e paventare sistematici atteggiamenti e comportamenti illegittimi o contra legem da parte di chi gestisce la cosa pubblica - evidenzia - è un facile esercizio che espone a facili allarmismi e contribuisce a minare la labile fiducia che ancora resiste verso le istituzioni. Tale atteggiamento è tanto più inqualificabile quando si provi a travisare il disposto delle norme. Ciò si può dire nei confronti degli esponenti UDC che con passione sono alla ricerca di un motivo che possa mettere in discussione gli incarichi conferiti per la gestione delle partecipate.

A chi non è avvezzo allo studio e alla interpretazione della legge risulta problematico distinguere tra inconferibilità ed incompatibilità, tra incarichi di vertice ed incarichi dirigenziali, tra articoli e commi, tra durata di tre e cinque anni, etc. Al segretario Specchia si paventa l’incompatibilità dei doppi incarichi, farcendo l’articolo di molte, ripetute e grossolane inesattezze. Ma per quanto mi riguarda, la posizione è stata approfondita ed analizzata sotto ogni punto di vista e mai avrei accettato un incarico che avesse il minimo dubbio di legittimità, soprattutto alla luce del decreto legislativo 39/2013. Probabilmente chi paventa simili situazioni, prima di scrivere dovrebbe conoscere bene la legge e ciò che contiene e dare letture approfondite della stessa proprio per il ruolo che ricopre. Si evidenzierebbe così che la inconferibilità e l’incompatibilità di cui parlano riguarda incarichi attribuiti o potenzialmente attribuibili a dirigenti e/o a figure apicali in forza e/o a vario titolo dipendenti dell’Ente locale. La adeguata e coordinata lettura ed interpretazione della delibera 46/2013 e di quella contemporanea, la n. 48 del 27 giugno 2013 della CIVIT (Commissione indipendente per la valutazione, l’indipendenza e l’Integrità delle amministrazioni pubbliche) avrebbe consentito un sereno giudizio specie per ciò che riguarda la mia posizione. Avrebbero potuto così verificare - conclude Frasca - la portata e l’efficacia del 3° comma dell’art.13, risparmiandosi così un inutile polverone”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner