Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 11:52

Giovanni De Luca scrive ad Adriana Poli Bortone

Giovanni De Luca scrive ad Adriana Poli Bortone

Lecce - Si è tenuta nella giornata di ieri, presso l'Arthotel di Lecce, la prima convention sulla nuova destra alla presenza di Adriana Poli Bortone, Gianni Alemanno, Francesco Storace, Pasquale Viespoli, Guido Crosetto, Salvatore Tatarella ed Andrea Ronchi".

Di seguito la lettera aperta indirizzata all'onorevole Adriana Poli Bortone e scritta dal Giovanni De Luca, ex segretario nazionale giovani MSI con Rauti e
responsabile organizzazione del Movimento Social Popolare con Mario De Cristofaro:

"Apro la home page e leggo sul Suo stato “intervieni in diretta...secondo te cosa serve oggi alla "Destra"?
Un sorriso senza alcuna ironia compare sul mio volto. Capisco che è il tempo della riappacificazione. Non servono più i rancori, in questi giorni si chiude un cerchio.
Vede, noi che non abbiamo fatto in tempo a perdere l’ultimo treno del Msi e che, non accettando la “nefasta” svolta di Fiuggi, rinunciammo di fatto con convinzione agli ori ed agli allori della incauta svolta, continuando in pochi (un manipolo di irriducibili guidati dal nostro Pino Rauti) avevamo ragione. Rauti aveva ragione, mi farebbe piacere riportare qui, per rinfrescarLe la memoria, qualora ce ne fosse bisogno, tratti del discorso dell’unico mio Segretario (Pino Rauti) a Fiuggi, mentre molti di noi piangevano ascoltando l’intervento a Radio Radicale, altri dal tavolo presidenziale ridevano e parlavano tra loro, avrebbero fatto bene ad ascoltarla quella “lungimirante lezione”, ma mi dilungherei, mentre vorrei fare sintesi e tirare delle conclusioni per augurare a voi, alla “Destra”, un sincero buon lavoro.
Bene, se io fossi di “Destra”, mi interrogherei, ancora una volta, se non convenga ultimarla la svolta di Fiuggi. Una volta assimilati i valori dell’antifascismo, decidere, una volta per tutte se tornare al pre-fascismo, quindi alla “Destra storica”, oppure superare il post-fascismo ed approdare alla Destra liberale e conservatrice che è ahimè, comunque sulla via del tramonto. Prima di interrogarmi, qualora fossi io al vostro posto, “sul cosa serve?”, mi chiederei “chi si vorrebbe essere?” in termini di continuità storica, inserita in un contesto attuale ed in una più vasta missione occidentale, alla luce degli scenari di “Destra”.
Cara On.Poli, la strada da voi intrapresa è una strada che ha comunque alla fine del suo percorso, un vicolo cieco. Tramontato il comunismo, sconfitto politicamente e culturalmente, politicamente dalle dottrine capitalistiche, culturalmente dai suoi crimini inauditi, a “Destra” la scelta è obbligata, il liberal-capitalismo sfrenato, che dove governa produce i suoi effetti che sono sotto gli occhi di tutti. Dagli Stati Uniti alla Cina, semina miserie umane, nuovo schiavismo ed inaudite diseguaglianze contro ogni Valore nostro, della Tradizione, intesa come civiltà tramandata in termini di valori soprattutto spirituali propri dell’Europa Cristiana. Il capitalismo politico ed economico è anch’esso, sulla via del tramonto, sconfitto da quel “relativismo etico” che Benedetto XVI°, ha già denunciato e condannato. Dove state andando?
Che “Destra” sia, se le vostre scelte sono meramente contingenti e di “accomodamento” temporaneo. Poiché mentre voi vi accomodate, sorge al’orizzonte un sole a molti nuovo, ma non a noi, che indica una “Terza Via”, quella nostra, che dalla dottrina sociale della Chiesa all’umanesimo del Lavoro, porta l’antico ed affascinante nome di “Stato Nazionale del Lavoro e Socializzazione”.
Buon viaggio Onorevole, anche noi siamo in cammino. Lo siamo nel solco della continuità storica ed ideale con il primo Movimento Sociale Italiano, che non era a destra, che non sedeva a sinistra ma che era il “popolo”. E se ci vorranno duemila anni, la nostra testimonianza servirà ad altri uomini in epoche di riflusso storico nel ciclo naturale “dell’eterno ritorno”. La saluto".

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner