Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 03:04

Negro: "Acque reflue depurate, meglio lo scarico in falda"

Negro: "Acque reflue depurate, meglio lo scarico in falda"

Nardò - “Anche per Nardò, come per le altre località balneari pugliesi, occorre ripensare alla possibilità di scaricare in falda i reflui depurati, evitando lo scarico in mare che fino ad oggi ha prodotto solo danni all’ambiente. A tal proposito occorre insistere sulla richiesta di deroga alle attuali disposizioni normative al Ministero per l’Ambiente e verificare la possibilità di smaltire in falda le acque reflue ultra-raffinate, dove le condizione geomorfologiche particolari lo consentano”.

Lo ha detto il presidente del Gruppo regionale Udc, Salvatore Negro, da tempo promotore e sostenitore dello scarico in falda delle acque reflue depurate.

“L’ipotesi dello scarico in battigia o al largo delle nostre coste attraverso una condotta, rappresenta la condanna del nostro mare, straordinaria fonte di attrazione turistica e di ricchezza per le popolazioni locali – ha sottolineato il capogruppo Udc - Lo scarico in falda consentirebbe di rimpinguare la stessa con acque super-affinate evitando fenomeni di stress e salinizzazione della stessa. Tuttavia è necessario pensare anche ad un utilizzo delle acque affinate oltre che in agricoltura anche all’interno dei centri abitati e nelle zone Pip (aree destinate agli impianti produttivi) attraverso idonea rete di distribuzione che consenta l’irrigazione degli spazi verdi pubblici, degli impianti sportivi e il lavaggio delle strade. Notiamo con soddisfazione che anche a livello parlamentare cresce l’interesse nei confronti della nostra proposta. L’auspicio – ha concluso il presidente Negro – è che si possa giungere ad un’interlocuzione forte tra il Gruppo di lavoro costituito in Regione, unitamente ai colleghi consiglieri Amati, Longo, Pentassuglia e Zullo, la deputazione regionale e quella parlamentare pugliese per fare leva nei confronti del Ministero affinché voglia concedere una deroga alle attuali disposizioni di legge e optare per la soluzione dello scarico in falda”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner