Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 19 novembre 2017 - Ore 06:11

Gruppo Udc: presentata Pdl per le famiglie in difficoltà ed i disoccupati

Gruppo Udc: presentata Pdl per le famiglie in difficoltà ed i disoccupati

Lecce - “Un sostegno temporaneo agli “invisibili”, a coloro che hanno perso un lavoro o che non riescono più a pagare la bolletta della luce, del gas o dell’acqua”.

È questo l’obiettivo della proposta di legge regionale recante “Interventi a sostegno dei disoccupati e delle famiglie in difficoltà” presentata oggi a Bari, in Via Capruzzi, dal Gruppo regionale Udc. Presenti il presidente Salvatore Negro e i colleghi consiglieri Euprepio Curto, Giannicola De Leonardis, Giuseppe Longo e Marcello Rollo.

“Negli ultimi anni – hanno spiegato i consiglieri Udc – per far fronte alla la perdurante crisi economica, la politica ha tirato fuori una serie di proposte come quella del “salario minimo garantito” o del “reddito di cittadinanza” che per varie ragioni sono risultate irrealizzabili e hanno creato ulteriori malumori e diffidenza verso la stessa classe politica. Obiettivo di questa proposta di legge è quello di mettere in atto una serie di azioni che garantiscano un sostegno alle persone e alle famiglie che versano in particolare stato di bisogno e necessità. In particolare la legge prevede l’istituzione di un fondo per l’erogazione di un contributo per l’impiego di disoccupati nello svolgimento di lavori di pubblica utilità presso i Comuni o i loro enti strumentali o società partecipate. I disoccupati potranno cioè essere utilizzati nei servizi bibliotecari e museali, amministrativi, di assistenza agli anziani, di supporto scolastico, cimiteriali, di attività di pulizia e vigilanza delle aree archeologiche, di giardinaggio, di supporto alla raccolta differenziata, di vigilanza parcheggi, etc. Inoltre la proposta di legge prevede un fondo per l’erogazione di un ulteriore contributo a coloro che hanno difficoltà a pagare le spese mediche e la fornitura di gas, luce ed acqua”.

“Si tratta di azioni concrete che potranno dare ristoro a oltre 3000 famiglie e alleviarne lo stato di disagio o di malessere”, hanno sottolineato i consiglieri Udc che hanno indicato anche la strada per reperire i fondi necessari per coprire gli oneri derivanti dall’applicazione della legge (20 milioni di Euro) qualora non siano utilizzabili le risorse comunitarie. “Tali fondi – ha sottolineato il capogruppo Negro – potranno essere reperiti mettendo fine al commissariamento straordinario e rendendo autonomi i Consorzi di bonifica pugliesi oppure attraverso un gesto di solidarietà come quello di rimettere l’accise sui carburanti come tassa di scopo la cui eliminazione non ha comportato nessun vantaggio per gli automobilisti”.

 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
mario - 01/06/2013
Va benissimo tale iniziativa, ma per carità, non ripristinare l'autonomia dei consorzi, non gravate con inutili balzzelli
l'agricoltura già fortemente in crisi.
Va benissimo l'accise sui carburanti "COME TASSA DI SCOPO".
Continuare cosi . . . . .
Occupatevi anche del costo sevaggio ed eccessivo dei fertilzzanti in agricoltura.
Non trascurate inoltre il prezzo dell'olio, una birra costa più di un litro d'olio.


Banner
Banner
Banner