Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 03:49

Il CdA Adisu Puglia approva il nuovo bando per le borse di studio

Il CdA Adisu Puglia approva il nuovo bando per le borse di studio

Lecce - Ieri si è tenuto il Consiglio d'Amministrazione dell'Adisu Puglia in cui è stato approvato il Bando Unico per l’accesso ai Servizi e Benefici per l’A.A. 2013/2014.

Sono state introdotte alcune modifiche, ma restano invariati i criteri di reddito e merito per l’accesso alle borse di studio, scongiurando nei fatti il pericolo prospettato dal Decreto Profumo che modificava fortemente e in negativo il sistema del Diritto allo Studio in Italia.

Ecco le principali modifiche introdotte nel nuovo bando:

1) Aumenteranno gli importi delle borse di studio e delle trattenute per i servizi alloggio e mensa a causa dell’adeguamento ISTAT del 3%.

2) Lo studente assegnatario del posto alloggio, idoneo o borsista, che prevede di laurearsi nella sessione straordinaria dell’A.A. 2012/2013, potrà usufruire del diritto di permanenza negli studentati dal mese di ottobre fino al decimo giorno successivo alla discussione della tesi di laurea. Lo studente che intende presentare domanda di permanenza dovrà dimostrare di aver acquisito il requisito minimo di merito per l’accesso al primo anno fuori corso aumentato del 5% e potrà beneficiare dell’alloggio alle stesse condizioni dello studente idoneo (50 € al mese e non 160€ previste per chi non richiede la borsa).

3) E’ stata resa ufficiale e inserita all’art. 20 del bando anche un’altra importante novità: dall’anno prossimo la tassa regionale non sarà più di 140 € fissi, ma il suo ammontare (120/140/160€) sarà stabilito per tre fasce di reddito.

Restano invariati rispetto all’anno scorso gli attuali livelli massimi di ISEEU ed ISPEEU, fissati, rispettivamente in € 17.000,00 e € 31.000,00 e i CFU richiesti allo studente per fare domanda di borsa di studio. Di fatto, il blocco del Decreto Profumo ha impedito che si realizzasse l’obiettivo del Ministro: restringere drasticamente la platea degli aventi diritto alle borse di studio e trasformarle in un premio per le eccellenze.  

Dunque, l'approvazione di questo bando è il frutto delle lotte che abbiamo messo in campo da Lecce a Foggia per fermare il Decreto Profumo, attuativo della Legge Gelmini. Questa importante vittoria è stata tanto riconosciuta dagli studenti pugliesi che alle elezioni per il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari LINK – LISTE INDIPENDENTI è risultata prima lista in Puglia. I quattro rappresentanti eletti nelle liste di LINK al CNSU porteranno all’interno del consesso le 10 proposte della campagna "Non c'è più tempo, mai più senza borsa" per migliorare il diritto allo studio. In Puglia, siamo passati da una copertura delle borse pari al 54% dell’anno scorso a quella del 94% di quest’anno, ma non siamo ancora soddisfatti perché riteniamo fondamentale che tutti gli studenti idonei, nessuno escluso, ricevano la borsa di studio!

In conclusione, ricordiamo che grazie all’impegno e alle sollecitazioni dei rappresentanti Adisu, Antonio Caputo e Marta Morelli, di Link Lecce, i vincitori di borsa degli anni successivi al primo stanno ricevendo già in questi giorni l’accreditamento della II rata della borsa di studio o l’intero importo (se vincitori nel secondo scorrimento), anticipando la scadenza di giugno.

Gli studenti potranno trovare tutte le informazioni per fare domanda di borsa di studio per il prossimo A.A. su altroportalestudenti.info.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner