Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 06:00

47 Circoli uniti per dar vita al Movimento Social Popolare

47 Circoli uniti per dar vita al Movimento Social Popolare

Lecce - Nei giorni scorsi circa 47 circoli e movimenti comunali di vari paesi della provincia di lecce hanno deciso di confluire in un nuovo soggetto politico denominato MOVIMENTO SOCIALE POPOLARE.  Abbiamo deciso di presentare il simbolo ed Movimento (non sarà un partito, bensì un Movimento) in una data altamente simbolica, il venticinquesimo anniversario dalla dipartita del compianto On. Giorgio Almirante, già Segretario del Msi-dn.

Gli iscritti e simpatizzanti provenienti dalla galassia del Msi e di Alleanza Nazionale, ma anche di altre sigle ormai definitivamente archiviate della destra salentina hanno individuato il coordinatore nel Fondatore del Movimento Mario de Cristofaro, figura storica del Msi-dn e della prima Alleanza Nazionale, già Presidente del Consiglio Regionale. Siamo accumunati dalla ferma convinzione che un patrimonio Ideale, ma soprattutto umano non si debba disperdere dopo l'inglorioso epilogo di Alleanza Nazionale.

"E' un movimento politico che vuole informare ed educare su grandi temi locali e nazionali, i temi di sempre la sovranità monetaria, la devastazione selvaggia del teritorio, le tematiche ambientali con grande attenzione a torre veneri e per la quale il Movimento annuncia una grande battaglia, un movimento che si ispira a valori nazionali, sociali e popolari disponibile a ragionare con le forze politiche che perseguono i medesimi obiettivi andando al di là di partiti che nella storia politica salentina (ed italiana) non sono ripetibili", ha dichiarato Mario De Cristofaro.

"All'interno delle nostre battaglie per la sanità giusta al di là dell'immobilismo della Regione Puglia, la battaglia del Movimento Salento Libero Regione, che converge nel Movimento che resta sempre un traguardo ed una battaglia anche del Movimento Sociale Popolare".

Giovanni De Luca responsabile sia dell'organizzazione che nel Movimento rappresenta l'ala "rautiana": "I partiti d'area non hanno capito che non serve stare insieme per il gusto di stare insieme, ma devono riflettere seriamente sulla necessità del "recupero delle radadici storico ed Ideali" che non sono i valori nefasti sui quali si è incentrata la svolta di Fiuggi: l'abiura, la rinuncia e la bramosia del potere fine a se stesso, solo per riassumerne alcuni. Senza un'anima non andranno mai da nessuna parte. Spiace dirlo. A distanza di vent'anni non hanno capito cosa disse Pino Rauti dal palco di Fiuggi e forse cominceranno a capirlo fra una ventina di anni altri. partono dall'esperienza contaminata e contaminatrice della "Destra Nazionale" e di "Alleanza Nazionale" sbagliando ancora. Bisognerebbe ripartire dal primo Movimento Sociale Italiano delle origini, dalla dottrina sociale che dalla Chiesa ai postulati della Carta del Lavoro, parlano direttamente al cuore della gente in termini di umanesimo del lavoro, di partecipazione e di rappresentanza alla vita della Nazione per "funzioni". Sulla base di questo linguaggio loro non discutono, lo ritengono superato e sbagliano, perchè il loro interesse non è recuperare il solco della Tradizione con umiltà sapendo di non esserne, nè loro (nè noi) all'altezza, ma il loro unico interesse è quello di superare un misero 4% nelle cinque aree territoriali italiane in vista delle elezioni europee. Da questo punto di vista il Movimento Social Popolare, ha le idee chiare. Riprendiamo il testimone alla fonte, alle nostre origini per essere faro di luce verso il futuro, dal salento correggeremo le tesi di Fiuggi nella nostra assemblea costituente di fine giugno".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
Giovanna - 28/05/2013
47...morto che parla...
E calza a ennello con lo zio mario.....politicamente parlando...


Banner
Banner
Banner