Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 18 novembre 2017 - Ore 01:49

Negro: "farmaco-vigilanza, occorre riattivare il servizio"

Negro: "farmaco-vigilanza, occorre riattivare il servizio"

Lecce - “Occorre riattivare con immediatezza il servizio di farmaco-vigilanza che oltre ad avere un ruolo di controllo sulla spesa e l’appropriatezza della prescrizioni compie anche un’importante sorveglianza delle reazioni avverse ai prodotti farmaceutici a tutela della salute dei pazienti. Ciò in considerazione del fatto che è stata sospesa l’attività di quasi tutti i  40 farmacisti che svolgevano questa importante funzione”.

È quanto chiede il capogruppo regionale Udc Salvatore Negro il quale punta il dito sulla spesa farmaceutica a carico del Servizio Sanitario Regionale che, nonostante I tagli e i sacrifici degli ultimi due anni, in Puglia continua ad essere al di sopra degli standard medi nazionali di otre 4 punti percentuali. “Una spesa – ha spiegato il presidente Negro – che se contenuta di soli 100 milioni  potrebbe permettere di assumere 800 unità in più, tra medici ed infermieri, per potenziare il Servizio Sanitario Regionale ed aumentare notevolmente l’assistenza domiciliare. Purtroppo tra le Regioni virtuose ancora oggi siamo quelli che spendiamo di più in farmaci. La Puglia, dopo la Campania, per fare un esempio, è la regione con la maggiore incidenza di antibiotici sulla spesa”. Da qui l’invito del presidente Udc al Governo regionale “a mettere in campo ogni azione idonea a sollecitare l’AIFA al sostegno finanziario per la ripresa dei progetti sulla farmaco-vigilanza, nelle more dell’espletamento dei relativi concorsi per l’assunzione definitiva dei farmacisti per coprire tutti i posti in organico vacanti previsti nel fabbisogno del S.S.R. Un fatto possibile considerati i sacrifici fatti fino ad oggi dalla Puglia che hanno consentito l’uscita della nostra regione dal piano di rientro sanitario”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
mario - 08/05/2013
Condivido a pieno su quanto detto da Negro sul servizio farmaco-vigilanza. L'ho
sempre sostenuto anche su altri blog.Il vero problema della sanità non è sul
numero dei posti letto degli ospedali, ma sulla spesa farmacetica,sull'eccessiva
differenzazionie dei farmaci ,che in questo modo moltiplica sia il numero dei
farmaci che il loro prezzo.Ormai i nostri anziani sono costretti ad una dieta a base
di farmaci, per colazione ,pranzo e cena ,è veramente un assurdo.
Si tagliano i posti letto per fare guadagnare di più le industrie farmacetiche con
la complicità dei medici compiacenti.
Su questo argomento bisogna insistere,insistere,insistere.
Questo è uno dei motivi per cui la spesa nazionale si è triplicaTA negli ultimi
anni, con un danno pesantissimo pe glii utenti.


Banner
Banner
Banner