Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 23 ottobre 2017 - Ore 22:33

Pankiewicz: ecco perchè è giusto intitolare l'università a Codacci Pisanelli

Pankiewicz: ecco perchè è giusto intitolare l'università a Codacci Pisanelli

Lecce - Wojtek Pankiewicz sull'intitolazione dell'Univesità del Salento a Codacci Pisanelli:

Molti intervengono nel dibattito senza conoscere le vere ragioni per cui è giusto e doveroso intitolare a Giuseppe Codacci-Pisanelli l’Università del Salento.

Ribadisco quindi la mia proposta di aggiungere all’attuale nome, Università del Salento, che risponde perfettamente alle esigenze di identità culturale e di promozione turistica, il nome dell’insigne statista di Tricase. Infatti, senza nulla togliere ai grandi meriti di Teodoro Pellegrino e dell’allora presidente della Provincia, Luigi Caroli e di altri, ritengo di poter affermare e dimostrare che, senza la guida e il coordinamento di Codacci-Pisanelli, la battaglia per l’Università a Lecce si sarebbe persa.

Il 3 agosto 1955 si svolse a Lecce, nell’aula del Consiglio Provinciale, la prima seduta assembleare del “Consorzio Provinciale Universitario Salentino” e il 22 novembre avvenne l’inaugurazione della Facoltà di Magistero. Nel 1956, anche per il desiderio di istituire altre Facoltà si accelerarono le pratiche per il riconoscimento giuridico, che avrebbe dato tranquillità agli studenti circa la validità dei loro studi. Ebbe inizio, a questo punto, come previsto, una vera azione di boicottaggio da parte dell’Università di Bari. Anche Aldo Moro, Ministro della Pubblica Istruzione, nel 1957, nel governo Zoli ci fu ostile e sostenne la campagna antiuniversitaria salentina. Queste circostanze sono documentate nel volume della storica leccese, docente universitaria Ornella Confessore, “L’Università di Lecce dalla cattedre del 700 allo Studium 2000”, Congedo Editore, 1997, pp. 135 – 151. La Confessore parla di “guerriglia” con Bari. Molto opportunamente fu designato come Rettore Codacci-Pisanelli, il quale iniziò a lottare, insieme al Consorzio, a spada tratta contro il tentativo di vanificare le attese e i sacrifici economici dei cittadini salentini per avere l’Università senza gravare sul bilancio statale,  Il riconoscimento giuridico giungerà con decreto a firma del Presidente della Repubblica Gronchi e solo per la Facoltà di Magistero, il 22 ottobre 1959. Dodici anni dopo la sua nascita, il 21 marzo 1967, grazie agli sforzi del Rettore Codacci-Pisanelli, del Consorzio e di altri politici salentini, si concluse il faticosissimo iter legislativo che portò alla statizzazione dell’Università can la legge n. 160/1967.

 

                        


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner