Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 16:09

Vertenza Torre Chianca: interviene l'assessore Messuti

Vertenza Torre Chianca: interviene l'assessore Messuti

Lecce -

Come promesso, l'assessore Gaetano Messuti si è presentato questa mattina (domenica 21 aprile) alle ore 10:00 con massima serietà e puntualità presso la marina di Torre Chianca, oggetto di gravi disagi denunciati più volte da residenti, commercianti e villeggianti sia alle autorità competenti che in ultimo alla Procura della Repubblica tramite un esposto corredato da 281 firme, depositato venerdì 19 aprile e di cui si attendono i responsi entro 20 giorni. L'assessore ha dichiarato davanti alle diverse decine di persone riunitesi nel comitato spontaneo: "ogni anno sono stati investiti circa 300.000 euro per la marina di Torre Chianca per manutenzioni e pulizia, ma da quest'anno non potremo investire nulla a causa della feroce crisi che anche l'amministrazione pubblica affronta. Saranno due anni difficili e di sacrifici, nei quali faremo degli interventi radicali già programmati, partendo dal prossimo 30 aprile, data nella quale apriremo i cantieri per completare la rete idrica e subito dopo quella fognaria. Così facendo siamo sicuri di poter radicalmente e definitivamente risolvere il problema dell'urbanizzazione. Infatti grazie ad un accordo raggiunto con la ditta che si occuperà di implementare la rete fognaria, prosegue Messuti, la stessa ditta rifarà completamente ed in maniera adeguata il manto stradale che comunque sarà costretta a smantellare al fine di procedere con i lavori. Questo è il progetto che abbiamo messo in cantiere insieme alla realizzazione del Lungo Mare, che vorrei consegnare, dice Messuti, prima della fine del mio mandato." Messuti conclude spiegando: "il problema degli allagamenti, oltre alle cattive pendenze delle strade, che rifaremo, dipende anche dalla mancata manutenzione dei canali di scolo, quindi - continua Messuti - se non saranno dragati i canali e manutenuti regolarmente cosa che compete all'assessorato all'ambiente, il problema non si potrà mai risolvere definitivamente." 
Molti sono stati gli appelli precisi rivolti all'assessore Messuti da parte degli aderenti al comitato spontaneo presenti alla riunione, in particolare, fa sapere Errico Grasso Portavoce del Comitato: "ci fa molto piacere che l'assessore Messuti non abbia fatto solo propaganda mediatica annunciando un suo interessamento diretto e sia intervenuto personalmente sulla marina per ascoltare le nostre istanze e spiegare i progetti, noi chiediamo però un impegno preciso scandito da un cronoprogramma messo per iscritto e che sia inequivocabile, inoltre chiediamo degli interventi immediati, anche piccoli, per il ripristino delle condizioni minime di sicurezza ed igiene che ad ora sono completamente assenti e che ci permetterebbero di affrontare al meglio la vita quotidiana oltre alla stagione estiva che è ora mai alle porte. Sistemazione delle voragini che sorgono quasi in tutte le strade, pericolosissime per le auto ma anche per i mezzi pubblici che percorrono le vie della marina oltre che per i ciclisti e motociclisti che si recano spesso a Torre Chiaca, sistemazione dei pali della luce anch'essi pericolosamente rotti i cui fili che hanno tensione elettrica sono riversi per strada." Messuti si è riservato di fare sapere se e quanto potranno essere effettuati questi interventi che ricadono nelle misure di pubblica sicurezza. "Attendiamo quindi, dice Grasso, una sua imminente risposta in merito".
Assente l'assessore all'ambiente Andrea Guido che tramite la stampa calunnia i residenti, i commercianti e i villeggianti di Torre Chianca affermando che sono gli stessi residenti a creare le discariche ed a riversare scarichi fognari all'interno del bacino Idume. "Se Guido avesse letto le nostre denunce presentate alle autorità, i nostri comunicati stampa ed i giornali, invece di preoccuparsi di fare solo passerelle propagandistiche, avrebbe certamente appreso, spiega Errico Grasso in rappresentanza delle oltre 280 persone riunitesi nel comitato spontaneo di cui sopra, che siamo noi a chiedere a lui di denunciare immediatamente i residenti che sono stati scoperti a creare discariche abusive o a riversare nel bacino Idume la loro fogna. Ci chiediamo perché non l'abbia fatto ancora e perché non faccia gli adeguati controlli e perché inoltre, non proceda con l'esposto di cui parla. Così viene meno non solo ai suoi doveri di pubblico amministratore ma anche ai suoi doveri di cittadino non denunciando tempestivamente dei reati così gravi. Inoltre, continua Grasso, ci chiediamo quali siano le spiagge che secondo l'assessore Guido sono pulite. Vi alleghiamo delle foto di oggi domenica 21 aprile dello "spettacolo" che tutti andando sulla spiaggia della marina di Torre Chianca possono ammirare. Non solo sono luride le spiagge, ma anche le strade, i canali e tutta la marina che riversa in uno stato di totale degrado ed abbandono. Infine, commenta Grasso, per quanto riguarda i nomadi Guido non sa che siamo stati noi a segnalare più volte alla polizia la loro presenza e che grazie a queste segnalazioni gli stessi nomadi sono stati fatti sgomberare dalla polizia, questo è testimoniato dalla documentazione messa a disposizione di tutti. Nell'esposto noi denunciamo la presenza ciclica degli stessi nomadi, ma è evidente che Guido non ha letto l'esposto e non è interessato alla marina, altrimenti non attaccherebbe chi cerca di tutelare gli interessi della collettività con l'ausilio dei propri rappresentanti istituzionali, quale lui è. Invitiamo Guido ad intervenire immediatamente e con la massima serietà al fine di scongiurare pericoli per i cittadini e disastri per l'ambiente, precisando che non tollereremo altre calunnie e che daremo mandato al nostro legale di fiducia l'avvocato Carlo Leo affinché valuti le gravi accuse rivolte indiscriminatamente ai cittadini intraprendendo ogni eventuale azione che riterremo opportuna. In ogni caso siamo disponibili a qualunque confronto con l'assessore Guido augurandoci che questa volta, invece di attaccarci sulla stampa locale, ci contatti per avere un incontro e chiarire le gravi accuse mosse ai cittadini oltre che a programmare gli immediati interventi necessari per la marina.
Chiediamo, altresì, conclude Grasso, un contatto con cortese sollecitudine e l'intervento del Presidente Gabbellone per scongiurare la pericolosa eventualità che la strada provinciale in via di rifacimento rimanga chiusa durante i prossimi giorni di festa, 25 aprile e 1 maggio.
Per info porta voce del comitato ERRICO GRASSO: 3209654097

La Redazione


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner