Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 21 ottobre 2017 - Ore 10:24

Melica: “Il Comune riveda la bozza di piano sui rifiuti”

Melica: “Il Comune riveda la bozza di piano sui rifiuti”

Lecce - «Il piano rifiuti illustrato stamani nella Commissione controllo è una manovra “lacrime e sangue” che colpisce profondamente i lavoratori e rischia di ripercuotersi negativamente anche sui cittadini

I lavoratori del settore, i cui rappresentanti sindacali sono stati ascoltati oggi dalla Commissione controllo, subiranno una riduzione media dello stipendio di 300 euro, a fronte di un monte ore settimanale che passerà da 36 a 30 ore.

Ma anche i cittadini avranno di che lamentarsi, visto che il numero dei turni di ritiro dei rifiuti calerà in tutte le zone della città. Insomma, Lecce correrà seriamente il rischio di essere più sporca, apparendo agli occhi dei turisti non più così accogliente. E ad alto rischio sono anche le periferie, che già adesso lamentano situazioni di degrado diffuse. Già oggi, infatti, i giorni lavoro non coprono i servizi richiesti dal capitolato d'appalto, e, quindi, non appena entrerà in vigore il piano illustrato oggi in commissione, tali servizi saranno ulteriormente ridotti, in tutte le parti della città. Senza contare che a breve entrerà in vigore la Tares, che comporterà comunque un aumento dei costi del servizio per i cittadini

Ma ciò che colpisce è che i sindacati hanno oggi dimostrato come il Comune, che è ente committente, potrebbe operare tagli in maniera più accurata, analizzando bene ciascuna voce di spesa ed andando ad incidere su introiti non dovuti dell'azienda piuttosto che sulle retribuzioni dei lavoratori. Un esempio? In base a quanto riferito dalle stesse organizzazioni sindacali, l’ammortamento dei macchinari si sarebbe già esaurito e quindi le relative somme erogate dal committente sarebbero non dovute; analogo ragionamento vale per le quote di retribuzione inerenti alle assenze per malattie, le quali sono  versate in buona parte dall’INPS, ma che l’azienda conteggia come se fosse essa stessa a versarle integralmente. Molti dubbi sono stati sollevati anche sull'effettivo versamento - da parte dell'azienda -  delle somme relative ai giorni/lavoro dei lavoratori sospesi a seguito di procedimento disciplinare.

In definitiva se l’ente committente Comune operasse un controllo approfondito su talune voci, potrebbe individuare i risparmi necessari a coprire i tagli senza incidere sulle retribuzioni.

Mi auguro che il Sindaco sappia cogliere dai lavori della commissione controllo alcuni indirizzi per mutare rotta in ordine al taglio delle retribuzioni».

 

 

 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner