Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 25 novembre 2017 - Ore 06:53

Dopo il rinvio del Decreto Profumo si apre il dibattito sul DSU

Dopo il rinvio del Decreto Profumo si apre il dibattito sul DSU

Lecce - Continua la raccolta firme sulle 10 proposte per il Diritto allo Studio.

La petizione ha ricevuto non soltanto ampio consenso da parte degli studenti e delle studentesse in tutta Italia, ma annovera tra le prime firme quella del celebre scrittore parigino Daniel Pennac, da sempre sostenitore dell’Università pubblica e accessibile a tutti.

La petizione sta viaggiando in tutta Italia dalle condivisioni sui social network ai banchetti nelle facoltà. Una firma per sostenere 10 punti per salvare il diritto allo studio nelle sue varie forme: non solo le borse di studio, ma anche i servizi, gli alloggi, l’Erasmus, le mense. 10 punti per invertire la tendenza: allargare, in tempo di crisi economica, la platea degli aventi diritto!

Così come sta avvenendo in tutta Italia, anche nell’Ateneo Salentino, Link-Udu Lecce lancia la petizione “Non c’è più tempo”, raccogliendo in pochi giorni più di 1000 firme d’adesione.

Inoltre, a breve i rappresentanti di Link incontreranno il Presidente dell’Adisu Puglia, Prof. Carlo De Santis e l’Assessore al Diritto allo Studio, Alba Sasso, per discutere delle 10 Proposte per salvare il DSU, dato che la Puglia, quest’anno, è stata la prima Regione d’Italia per finanziamenti al diritto allo studio e ha raggiunto la copertura storica del 94 %. Tuttavia, se il Fondo Integrativo Nazionale, di recente tagliato a 15 mln a fronte dei precedenti 103 (taglio del 90 %), non sarà immediatamente ripristinato, lo sforzo pugliese sarà vanificato del tutto l’anno prossimo.

Il Ministro Profumo ha incassato l'ennesimo e si spera definitivo rinvio del suo decreto, pertanto si profila con urgenza il momento di riaprire un dibattito forte sul tema delle politiche in materia di scuole e università, sulle esigenze e gli obiettivi che gli studenti ritengono fondamentali.

Infatti, proprio ieri, nella Conferenza Stato-Regioni, la discussione sul Decreto, inserita all’ultimo minuto nell’o.d.g., è stata rinviata ancora una volta a data da destinarsi. Le Regioni stesse hanno ritenuto che non fosse possibile discutere di un decreto così delicato all'improvviso e senza un'adeguata copertura finanziaria.

Ribadiamo con forza che il prossimo anno rischiamo che raddoppi il numero già consistente dei 57mila "idonei non beneficiari" di borsa di studio. Non c'è più tempo da perdere per salvare il diritto allo studio, per questo chiediamo a tutti gli studenti (e non) di sottoscrivere queste 10 proposte chiare e articolate per salvare il diritto allo studio nel nostro paese.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner