Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 18 novembre 2017 - Ore 09:30

Salvemini:"Il convitato di pietra sul caso estimi"

Salvemini:"Il convitato di pietra sul caso estimi"

Lecce - Sull'intricato affaire legato alla revisione degli estimi catastali, di cui da mesi la città dibatte, oggi compare un convitato di pietra: ossia un soggetto assente ma la cui presenza incombe sulla Città.
Si tratta della SOGET. Chi non ricorda chi sia o voglia saperene di più di questa Spa dal 2007 affidataria, per conto del Comune di Lecce, del servizio di "gestione di accertamento delle entrate tribuatarie mediante la revisione del classamento delle unità immobiliari di proprietà privata site nel territorio comunale e conseguente recupero dell'evasione ICI e TARSU", deve prendersi venti minuti di attenzione e leggere questi documenti (maggio 2010ottobre 2010, ottobre 2010novembre 2010gennaio 2012) che raccontano una lunga e tortuosa vicenda che è tra le cause che stanno determinando la situazione di possibile dissesto al Comune di Lecce.


Nel riprendere in mano le carte per provare a sbrogliare una matassa intricatissima che avvolge i conti pubblici ho recuperato copia della revisione del contratto tra Amministrazione e Soget firmato il 23 settembre 2011 allo scopo di "prevenire un eventuale contenzioso  e risolvere in via transattiva ogni questione insorta tra le parti".

E, con sorpresa e incredulità, ho scoperto un dettaglio clamoroso: il Comune riconosce alla società il 19,49% sulle maggiori entrate riscosse derivante da  "revisione estimi castastali attraverso la suddivisione del territorio in microzone". 

Chiunque ha seguito il confronto politico e gli straschi giurisdizionali legati al procedimento di riclassamento sa perfettemente che esso è stato svolto esclusivamente dall'Agenzia del Territorio. La domanda, banalissima, è questa: per quale ragione si decide di riconoscere alla SOGET una provvigione sulle maggiori entrate tributarie previste per un'attività mai da essa svolta? Una clamorosa violazione di quello che i giuristi chiamano sinallagma contrattuale, in base al quale una parte assume l'obbligazione di eseguire una prestazione in favore dell'altra esclusivamente in presenza di una prestazione in suo favore.

Da quando nel 2007 la SOGET è diventata affidataria di un servizio comunale sono stati solo guai. E questo è l'ultimo in ordine di tempo. Scriverò al Segretario Generale del Comune per chiedere di procedere all'immediata revisione del contratto in modo da evitare che soldi pubblici possano essere versati a terzi sine titulo. In un momento di crisi finanziaria è l'ultima cosa che ci possiamo permettere.

Ma questo episodio è interessante per un'altra ragione: nel settembre 2011 in un contratto ufficiale è messo nero su bianco che l'amministrazione prevede di incassare maggiore entrate per effetto della revisione degli estimi affidata all'Agenzia del Territorio, di fatto all'epoca non ancora conclusa. 

La conferma ulteriore che a Palazzo Carafa sapevano bene quello che sarebbe  successo per i cittadini leccesi molto prima che gli accertamenti venissero notificati.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner