Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 02:50

Capone: "Ridiamo valore ai giovani garantendogli un lavoro"

Capone: "Ridiamo valore ai giovani garantendogli un lavoro"

Lecce - "Il lavoro è la parte di possibilità che ciascuno di noi ha di trasformare la propria vita. Per chi lo cerca è tempo di trovarlo. Dobbiamo perciò realizzare subito le buone pratiche già individuate da programmi europei e rimesse al centro della discussione dalla Cgil. Programmi per avviare processi di crescita che diano spazio innanzitutto ai giovani stretti nella morsa della precariato, della disoccupazione ma anche del dilagante clientelismo. Giovani umiliati, sfruttati, arrabbiati che hanno diritto di essere rimessi al centro della rinascita del Paese”. Lo ha sottolineato il segretario provinciale del PD candidato alla Camera Salvatore Capone durante l’incontro dal titolo “Garantiamo noi” organizzato oggi pomeriggio dalla Cgil per discutere dell’attuazione della “youth guarantee” anche in Italia. Ovvero una una serie di misure per garantire l’occupazione giovanile nei paesi dell’Unione già approvate dal Parlamento Europeo e da attuare con fondi già stanziati dalla Commissione.

“Potenziare i servizi all'impiego,fornire unaofferta di formazione professionale efficace e coerente, sostenere la progettualità e l’autoimpiego,incentivare le assunzionifacendo in modo che il lavoro stabile diventi meno costoso del lavoro precario: le misure individuate dalla Cgil per adeguare le proposte europee al contesto italiano sono nel progetto politico del Partito Democratico che mette proprio l’occupazione al centro della propria iniziativa di governo. Non si può più perdere tempo e bisogna subito realizzarle per garantire ai giovani un futuro e rimettere così in moto lo sviluppo del Paese”, ha sottolineato il segretario Capone.

“Ma oltre alle buone pratiche – ha proseguito il segretario - bisogna cambiare rotta. Serve una riscossa civica perché l’Italia, specie quella meridionale, non sia più un paese socialmente predestinato, ma sappia riconoscere il merito. Un Paese che dia a tutti pari opportunità anche grazie ad un adeguato sistema di welfare e di servizi che dalla scuola all’università fino alla ricerca della prima occupazione e abitazione sostenga e valorizzi le nuove generazioni”. “Un cambio di rotta urgente oggi più che mai nel Mezzogiorno in cui la disoccupazione degli under trenta ha raggiunto livelli record e i nostri ragazzi non guardano più al futuro con la fiducia che meritano. Ecco perché - ha concluso Capone - sono sempre più convinto che un efficace sistema di solidarietà sociale sia la base per lo sviluppo del Meridione e del nostro Salento. Bisogna ripartire dai servizi alla persona e fare in modo che al Sud siano uguali al resto d’Italia perché dove sta bene un cittadino sta bene anche un’impresa”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner