Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 08:42

Controlli impianti termici, raggiunta l'intesa tra le parti

Controlli impianti termici, raggiunta l'intesa tra le parti

Lecce - Almeno per il momento, i leccesi potranno tirare un sospiro di sollievo. Nella giornata di ieri infatti, L'assessore alle politiche ambientali Andrea Guido assieme ai rappresentanti della società magliese Vit che nei giorni scorsi ha effettuato i controlli sulle caldaie dei leccesi, multando pesantemente le famiglie che non presentavano gli impianti a norma, ha deciso che quei controlli, non si faranno più.

L’obiettivo della loro sospensione, è quello di alleggerire almeno per ora le spese che ormai da mesi gravano sui cittadini leccesi costretti a farsi carico di numerosi balzelli. Resta comunque un quesito da chiarire ovvero: è stata l'azienda che non ha rispettato gli accordi presi con l'amministrazione ed ha proceduto autonomamente ai controlli? Oppure i controlli agli impianti erano stati commissionati dall'amministrazione stessa che però, dopo il polverone sollevato dalla denuncia di Confartigianato e l'insorgere dei cittadini e dell'opposizione, ha deciso di fare dietro front?

Nel corso della riunione è emerso che la Vit, la società cooperativa affidataria del servizio del Comune di Lecce durante i controlli, avesse rilevato l’obbligo di utilizzare valvole termostatiche su tutti i radiatori installati nonché l’attivazione di un cronotermostato entrando nel merito del sistema di termoregolazione interno, a prescindere dalle risultanze delle analisi sui fumi immessi in atmosfera dall’impianto in questione. La spesa per le famiglie non dotate di questi dispositivi, comprensiva della tariffa dovuta alla società affidataria del servizio, ammonterebbe a circa 800 euro.

"Quello che mi sta a cuore più di ogni altra cosa – ha dichiarato l’assessore Andrea Guido – è la salute dei cittadini. Non vedo perché si debbano consentire simili vessazioni dal momento in cui l’analisi dei fumi immessi nell’aria risulti positiva e rientri nei parametri previsti dalla legge. Ho chiesto ai rappresentati della ditta di cominciare a pensare ad un eventuale riorganizzazione del servizio mentre, io, dal canto mio, con il mio staff, di qui a breve, predisporrò una nuova campagna informativa per la cittadinanza per rimarcare l’importanza dell’efficienza e del soddisfacimento dei requisiti di legge per tutti gli impianti ai fini del risparmio energetico".





























La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner