Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 14:55

Congedo: "Serve una normativa meno farraginosa per gli atleti"

Congedo: "Serve una normativa meno farraginosa per gli atleti"

Lecce - A seguito della morte di Alessio Miceli, il 34enne calciatore del Soleto colpito probabilmente da un aneurisma nel corso di una partita del campionato di seconda categoria, il consigliere regionale del Pdl Saverio Congedo interviene per sollecitare la Regione Puglia a modificare la normativa che riguarda la procedura per l’idoneità fisica degli atleti.

“Innanzitutto - dice - mi preme esprimere affettuosa vicinanza alla famiglia di Alessio Miceli, ai suoi compagni di squadra e alla società del Soleto. Questa imprevedibile tragedia richiama drammaticamente il problema dei controlli e la questione delle patologie e dei rischi diagnosticabili. Spero che serva a portare ad una rapida modifica della normativa regionale sull’idoneità degli atleti, che oggi porta di fatto moltissimi di loro a fare attività agonistica senza un certificato medico. Si tratta di regole troppo farraginose, che prevedono peraltro che solo alcune strutture della Asl o privati autorizzati possano rilasciare l’idoneità. Come testimoniano anche importanti dirigenti sportivi in queste ore, il problema esiste e ha contorni davvero drammatici. Ho tentato più volte di portare all’attenzione del Consiglio una proposta di modifica della legge regionale, ma non è mai stata approvata.

Farò un’interrogazione al presidente Vendola e all’assessore competente - annuncia Congedo - per sollecitare una modifica della normativa regionale che consenta di avere un iter più snello e attento finalmente alle esigenze degli atleti, in modo da consentire loro di poter ottenere il certificato medico in modo semplice e magari gratuito. Confido in una acquisita sensibilità al problema da parte dell’istituzione regionale, perché non si può giocare accettando rischi imprevedibili e legittimando l’assurda discriminazione sulla salute di chi fa attività agonistica a livello dilettantistico”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner