Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 02:07

Valori e Rinnovamento contro l'eolico selvaggio

Valori e Rinnovamento contro l'eolico selvaggio

Lecce - Si sono incontrate questa mattina le delegazioni del Movimento politico-culturale “Valori e Rinnovamento”, guidata dal presidente Wojtek Pankiewicz, e del Comitato per la tutela e la valorizzazione della Serra di Ruffano “Occhi agli Occhiazzi” (quello degli Occhiazzi è un bellissimo bosco di Ruffano), guidata dal presidente Antonio Sparascio.

I rappresentanti del Movimento del sole e delle ali e quelli del Comitato della civetta nel bosco hanno stretto un patto di alleanza per difendere l’ambiente e il paesaggio del territorio salentino e promuoverne uno sviluppo sostenibile. Il loro motto, attorno al quale si aggregheranno altre associazioni, sarà “INSIEME PER UN SALENTO MIGLIORE”.

Hanno poi lanciato un APPELLO URGENTE a istituzioni, associazioni e cittadini affinchè vengano bloccati i progetti di grossi insediamenti eolici che minacciano gravemente aree di grandissimo pregio ambientale e paesaggistico a Lecce, nei pressi del parco di Rauccio; a Corigliano d’Otranto; nei pressi di Miggiano, Ruffano, Montesano, Supersano e Specchia, il Parco naturale dei Paduli – Foresta Belvedere e del complesso delle Serre Salentine.

Si chiede ai cittadini di inviare alla Regione Puglia, entro i termini prescritti, alcuni dei quali stanno per scadere, osservazioni avverse a questi progetti e ai comuni delibere di giunta e/o di consiglio con puntuali osservazioni da parte dei loro uffici tecnici.

“Valori e Rinnovamento” e “Occhi agli Occhiazzi” ribadiscono che le energie rinnovabili devono essere prodotte non con mega progetti industriali in aree rurali o naturali, ma con impianti ad impatto nullo sul paesaggio, quali i fotovoltaici ubicati sui tetti degli edifici per autoproduzione e autoconsumo dell’energia da parte di famiglie e aziende, con indubbi vantaggi economici per il relativo indotto e per le utenze medesime. Ricordano che nella Regione Puglia, già con correlati gravi impatti per il territorio e i cittadini, si producono quantitativi di corrente elettrica altamente superiori al fabbisogno locale, che vengono esportati altrove con ovvie perdite lungo le linee di conduzione elettrica. Non si comprende, pertanto, l’ulteriore accanimento contro territori, come il Salento, che già tanto hanno contribuito a questa iperproduzione.

Le due associazioni lotteranno con ogni mezzo consentito dalla legge per evitare che nel Salento si abbia un’ulteriore compromissione della qualità della vita e della salute dei cittadini a causa dei molteplici inquinamenti (acustico, elettromagnetico e visivo notturno e diurno) provocati da questi aerogeneratori.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner