Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 05:37

Giuri:"Resoconto e pensieri sulla visita al Carcere di Borgo San Nicola"

Giuri:"Resoconto e pensieri sulla visita al Carcere di Borgo San Nicola"

Lecce - Il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni diceva Fedor Dostoevskij.
E la nostra società, la società "democratica", la società delle "libertà", la società della "giustizia" a quanto pare di civilizzato ha ben poco.

La giornata trascorsa a Borgo San Nicola con l'on. D'Elia ci ha dato la conferma di quanto già conoscevamo.
La situazione delle carceri italiane è a dir poco disastrosa.
Secondo gli ultimi dati (che non credo siano minimamente migliorati) ,il carcere di Lecce è al collasso. E’ il secondo d’Italia per sovraffollamento: ospita infatti più di 1.300 detenuti invece dei 650 previsti, 1.244 uomini e 81 donne. Gli stranieri sono complessivamente 334,i tossicodipendenti 70, circa il 90% dei detenuti a Lecce fa uso di ansiolitici, molti sono affetti da pluripatologie. Nel blocco dell’alta sicurezza vivono 275 persone, 172 sono gli esponenti della criminalità organizzata, molti appartengono a criminalità di stampo mafioso, 32 provenienti dalla mafia siciliana, 14 dalla ‘ndrangheta, 51 dalla camorra, 23 dalla Sacra corona unita e 52 ad altre realtà territoriali. Ci sono solo otto educatori e sei psicologi, cioè un educatore ogni 180 detenuti e uno psicologo ogni 240 reclusi. Diversi sono i suicidi negli utlimi anni e 20 i tentativi messi in atto. Sono 80 le visite giornaliere dei medici in carcere, oltre 24 mila in un anno.

Detenuti condannati per gravi delitti,altri per reati meno gravi,altri in attesa di giudizio,altri forse innocenti sono ammassati come animali in celle che potrebbe ospitarne la metà.Il sovraffollamento, le pessime condizioni igienico-sanitarie, la mancanza di risorse per la manutenzione ordinaria,la carenza di personale costretta a turni massacranti, sono tutti nodi che non sono venuti al pettine negli ultimi tempi e sono questioni di “civiltà” che ci portiamo sulle spalle da qualche decennio. Uno stato degno di essere chiamato tale non può permettere tutto ciò. Le carceri non possono essere una discarica umana,quale funzione rieducativa può esserci con tutto ciò?

Basterebbe vedere la differenza di dati tra le carceri modello e quelle ordinarie per quanto riguarda i detenuti che tornano a delinquere per far capire l'assurdità di queste politiche sugli istituti penitenziari.
Per non parlare poi del fatto che Emergency ha contato ben 38 carceri fantasma in tutta Italia, ossia istituti penitenziari che, negli ultimi venti anni, sono stati costruiti, arredati e vigilati ma che rimangono inutilizzati, sottoutilizzati o in totale stato d’abbandono.
Oltre al danno, la beffa.

Ritorneremo ancora su questo tema,come abbiamo già fatto in passato per il triste caso del nostro concittadino Gregorio Durante, anche per denunciare la totale latitanza di tutti i politicanti e di buona parte delle istituzioni.

Voglio ringraziare chi mi ha accompagnato in questa,triste,ma significativa esperienza: i ragazzi di Andare Oltre,Giovanni Siciliano
l'on Sergio D'Elia e i radicali,che nonostante le differenti vedute su molti temi da noi di Forza Nuova meritano un plauso e un sostegno per la coerenza e la tenacia con cui portano avanti questa battaglia.

Sia tutto ciò da esempio per chi ancora vive dietro steccati ideologici e pregiudizi.

L'Italia ha bisogno di gente onesta che si unisce per il bene di tutti gli italiani, anche di quelli che hanno sbagliato.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner