Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 23 ottobre 2017 - Ore 00:37

Unisalento: "Sviluppo di sensori olfattivi su piattaforma biologica"

Unisalento: "Sviluppo di sensori olfattivi su piattaforma biologica"

Lecce - Si svolgerà da domani, 18 luglio al 20 luglio 2012, nella sala conferenze del Rettorato dell'Università del Salento in piazza Tancredi 7 a Lecce, un incontro scientifico internazionale sul tema "Bio-inspired Smell Nanobiosensor": sviluppo di sensori olfattivi su piattaforma biologica.

All'incontro, organizzato dal gruppo di Fisica teorica della Materia dell'Ateneo, di cui fanno parte i dottori Eleonora Alfinito, Maria Leuzzi e Jeremy Pousset, la professoressa Cecilia Pennetta e il professor Lino Reggiani (responsabile del gruppo), prenderanno parte ricercatori provenienti dalle Università di Barcellona e Lione, dal Politecnico di Milano, dall'Istituto di Agronomia INRA-CNRS di Parigi, dall'istituto Tyndall di Cork e dalla Uniscan Instruments Ltd di Manchester.

Durante l'incontro di domani verranno discussi i principali risultati ottenuti dal progetto BOND: Bioelectronic Olfactory Neuron Device, finanziato dalla Comunità Europea nell'ambito del VII Programma quadro, e che si prefigge l'obiettivo di realizzare sensori olfattivi basati su materiale biologico di dimensioni inferiori al millesimo di millimetro.

La tematica è di grande interesse per vari aspetti: dal punto di vista delle innovazioni tecnologiche per l'integrazione nanometrica di sistemi biologici in dispositivi elettronici; dal punto di vista delle ricadute in ambito sanitario, poiché i biosensori olfattivi sono in grado di diagnosticare tumori in fase precoce; dal punto di vista della sicurezza, poiché i biosensori sono utili nella rivelazione di prodotti tossici e nocivi; e dal punto di vista dell'alimentazione, visto che i biosensori possono essere utilizzati per la rivelazione dello stato di conservazione dei cibi.

Un'incontro, quindi, che rappresenta un'occasione importante per confermare l'inserimento internazionale delle istituzioni e dei ricercatori che svolgono la loro attività nell'Università salentina.

Alcuni articoli sulla ricerca:

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/tecnologie/2011/06/28/visualizza_new.html_811966883.html

http://www.swas.polito.it/services/Rassegna_Stampa/dett.asp?id=1309756189T4-new

http://www.tecnici.it/Il-mini-naso-elettronico-che-agisce-come-l-39-olfatto-

http://www.ghigliottina.it/new/mi-chiamo-bond-e-catturo-gli-odori/

Il sito del progetto: http://bondproject.org

Paola Errico


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
22 Ottobre 2017 - Nardò

Nardò - Nuovi imperdibili appuntamenti con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 27 ottobre il gruppo si...

08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner