Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 13:12

"La Cisterna" in scena questa sera al Paisiello

"La Cisterna" in scena questa sera al Paisiello

Lecce - "La Cisterna" di Mana Chuma Teatro chiuderà, questa sera, martedì 8 maggio, alle ore 21.00, la rassegna di Teatri Civile promossa da Astràgali al Teatro Paisiello, in collaborazione con "Libera".
Lo spettacolo, per la regia regia di Salvatore Arena, è stato finalista Premio Scenario per Ustica 2009 e affronta un argomento di grande attualità come la morte sul lavoro. In scena l'eccezionale prova d'attore di Massimo Zaccaria.

Il tutto nasce da un episodio di cronaca: a Molfetta, nel marzo 2008, la pulitura di una cisterna vuota utilizzata per trasportare zolfo si trasforma in uan strage. Lo zolfo a contato con l'acqua diventa acido solforico e i quattro operai scesi per pulirla sono morti soffocati. Un solo superstite.
Questa drammatica storia, tristemente nota come incidente del “Truck Center”, resta viva grazie alla voce di Pinuccio, unico sopravvisuto e risuona attraverso lo spettacolo poratto in scena da Mana Chuma Teatro.

In uno spazio completamente vuoto un uomo sulla trentina, Pinuccio, solo e alla deriva. Quel giorno mentre gli amici e colleghi muoiono uno dopo l’altro, lui immobilizzato, non riesce a muoversi per aiutarli. Così si salva, ma quella salvezza è una condanna pesantissima che sconta ogni giorno col senso di colpa e un dolore insostenibile.

Seduto su una sedia racconta il suo presente fatto di nulla e di disperate speranze.
In una piazza del sud della Puglia che lo stringe e lo circonda, attende il miracolo, che San Nicola gli guarisca il braccio offeso che gli impedisce di lavorare e venga a cancellare le vergogna di una vita desolata, fatta di ferite indelebili.

La sua mancanza di coraggio, quella che non lo ha fatto precipitare nella cisterna in aiuto dei compagni e gli ha salvato la vita, diviene metafora della rinuncia al mutuo soccorso, alla condivisione, al sostegno reciproci. La salvezza coincide con il tradimento e l’abbandono, ma anche con il chinare la testa davanti ai soprusi, e con l’impossibilità di modificare un destino che appare ineluttabile.

L’appuntamento è realizzato da Astràgali Teatro, all’interno del progetto “Teatri Abitati: una rete del contemporaneo”, affidato dalla Regione Puglia al Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2007 – 2013.
Ingresso 5 euro. Info: 306194, 320 9168440

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner