Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 06:50

"La sposa gentile" di Lia Levi oggi alle Cantelmo

"La sposa gentile" di Lia Levi oggi alle Cantelmo

Lecce - Lia Levi ha presentato questo pomeriggio, presso le Officine Cantelmo, il suo libro "La sposa gentile" all'interno della rassegna "Lecce legge", promossa dal Comune di Lecce in collaborazione con la libreria Gutenberg.

Alla presentazione sono intevenuti Fulvio Lecciso, assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce, e Teresa Romano della libreria Gutenberg.
L'incontro, al quale seguirà un altro a San Cesario alle ore 19:00, è stato organizzato in occasione della Giornata della Memoria che avrà luogo il 27 gennaio, anniversario della liberazione degli ultimi superstiti nel campo di sterminio di Auschwitz.

Si tratta di un romanzo d'amore, la cui splendida copertina fa già pensare che il ruolo della donna sarà preminente. Ed è proprio così. La protagonista è Teresa, una donna forte e sensuale, di origini contadine. La ragazza, educata in un collegio di suore alla periferia di Saluzzo, è la sposa gentile nominata nel titolo del romanzo.
Per lei Amos, giovane ebreo figlio di una famiglia di antica tradizione ebraica, abbandona famiglia, relazioni, religione, abitudini.
Amos eredita dal padre ancora in vita una piccola attività bancaria che con la sua abilità farà fruttare diventando presto sempre più ricco e stimato nella piccola comunità. Ma al momento in cui, scartata la fidanzata ebrea che gli era destinata dalla famiglia, decide di unirsi a Teresa, dai lunghi capelli castani, florida e sana come la terra da cui proviene, che lo renderà padre felice di Nerina, prima, e di altri numerosi figli in seguito, egli diventerà trasparente ai suoi parenti e concittadini. Ma Teresa, col tempo, imparerà le tradizioni ebraiche, i riti di feste e benedizioni, accetterà di diventare una moglie presentabile nei salotti in cui il banchiere Amos è invitato. La famiglia ebrea che l’aveva respinta dovrà fare i conti con la saldezza dei suoi principi, la dedizione assoluta al marito e ai suoi desideri, la capacità di accoglienza e di apertura verso ciò che non conosce, che è diverso da lei, pur rimandendo sempre se stessa. Mentre Amos muore prima delle leggi razziali del 1938, Teresa vive quel buio periodo, non più ebrea.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner