Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 22 novembre 2017 - Ore 08:09

Gli altri utenti stanno guardando:

"Hegel's holiday (low cost)", le meraviglie incrinate di Davide Manico

"Hegel's holiday (low cost)", le meraviglie incrinate di Davide Manico

Lecce - E' difficile riportare il gesto alla libertà di senso dell'infanzia, un mare magnum di significati che si inanellano a partire da un niente: due mollette per il bucato che diventano pesci litiganti, un ombrello che si fa schermo, un bicchiere di plastica per parare le perdite - il fastidioso sgocciolare reso da una traccia audio che è il sonar di una reazione alla fragilità germinata tra il dire e il fare. Trovare quel punto di snodo tra il corpo che racconta e somatizza le strane meraviglie dei sogni e la rappresentazione tragicomica del loro perdurare peculiarmente umano è uno dei tratti salienti del terzo atto di DanceMe. Il progetto crossmediale, a cura di Perypezye Urbane, da mesi ospita artisti provenienti da diversi linguaggi sulla piattaforma dove - come in un socialnetwork - si anima il processo creativo, link by link, attraverso il dibattito e talvolta lo scontro tra generi. "Hegel's holiday (low cost)" è il titolo che il coreografo e regista Davide Manico ha dato alla performance che ha firmato e portato in scena negli spazi dello Studio28 Dance factory di Milano. Frutto di una profonda collaborazione con altri due artisti coinvolti nella terza fase del progetto, Giulio Escalona per le musiche e Isobel Blank per i video, "Hegel's holiday (low cost)" è il seguito di "I pong" lavoro ispirato di Paola Ponti, l'artista che più di tutti ha inciso sulla nuova grammatica di Davide Manico, impegnato come finalista - proprio a ridosso di questa prima assoluta andata in onda anche in streaming lo scorso 19 febbraio - con il Premio Equilibrio di Roma.
Nel gioco di Manico non c'è spazio per bari, il suo è un tentativo onesto di fare con il teatro danza e la caricatura dei suoi rudimenti e appendici istintuali una ricerca che ha il valore del documento, paradossalmente è proprio attraverso la dilatazione estrema del suo linguaggio che Manico raggiunge quelle sgranature e quei fuori fuoco necessari come una poetica di pixel e frames.

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
- 28/02/2011
finalmente Davide Manico dal vivo!!!
complimenti!!!!


Banner
Banner
Banner