Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 23:52

NaturArte - mostra fotografica di Fabio De Marini

NaturArte - mostra fotografica di Fabio De Marini

Gallipoli - Proseguono con grande successo di pubblico le attività del Castello di Gallipoli, aperto e gestito dal 2014 dalla Società Orione con la direzione artistica dell'architetto Raffaela Zizzari e il coordinamento di Luigi Orione Amato. Lunedì 3 ottobre alle 18 si terrà l'inaugurazione di “NaturArte”, una mostra fotografica di Fabio De Marini, organizzata in collaborazione con Lions Club Gallipoli. Un cantico di ringraziamento alla natura: benché più volte calpestata, deturpata, violentata in mille modi dall’uomo, la Terra, nostra “madre benigna e pia”, continua a sostenerci con i suoi colori, i suoi sapori, i suoi profumi, che ci confortano l’animo. Classe 1954, nato a Gallipoli, da sempre diligente medico del pronto soccorso della città jonica. Appassionato di fotografia, ha vinto numerosi concorsi nazionali e internazionali. Le venticinque foto in mostra sono quasi dei quadri, dove la vita e la natura sono rappresentate nella loro massima espressione nell’attimo prima della loro decadenza ultima, chiaro esempio di still life. La mostra sarà aperta sino al 3 novembre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 (ingresso 5 euro, ridotto 3 euro - chiuso il lunedì). 

Domenica 2 ottobre si chiuderanno invece le due mostre che hanno caratterizzato l'estate del Castello. “La prima Aurora” di Simone Cerio è un progetto fotografico - realizzato dal reporter per Emergency - composto da venticinque storie di migranti sbarcati sulle coste siciliane. Un viaggio tra oggetti recuperati, portati da Paesi lontani, abbandonati per strada e reinterpretati che offrono al visitatore la possibilità di un’approfondita riflessione sulla condizione di migrante. Heroes è, invece, un percorso di visioni e racconti, un pulsare di simboli e atti simbolici a cura di Renzo Buttazzo e LRJLB[[]]Lara Bobbio che coinvolge - oltre ai curatori - gli artisti Ada Mazzei, Andrea Buttazzo, Andrea Epifani, Daniele dell’Angelo Custode, Giuseppe Maietta, Massimo Maci, Simone Franco, Oronzo de Stradis, Peppino Campanella, Paolo Guido, Tonio Pede.

Dal luglio 2014 è stato reso fruibile un percorso di visita del Castello di Gallipoli che mira a ricostruire la storia della città e dell’antico maniero, senza alterarne il carattere e senza avere la pretesa di essere un restauro integrale del monumento che richiederebbe ben altre risorse per ritornare agli antichi splendori. Il castello si erge all'ingresso del borgo antico di Gallipoli, città da sempre fortificata e, per la sua posizione strategica, contesa. È circondato quasi completamente dal mare. Ha pianta quadrata con torrioni angolari, di cui uno poligonale. Nei periodi successivi furono effettuati numerosi interventi di ristrutturazione e fortificazione. I lavori più importanti vennero progettati dagli Aragonesi. Quando il Duca Alfonso di Calabria venne nel Salento tra il 1491 e il 1492, condusse con sé il celebre architetto militare senese Francesco di Giorgio Martini e volle che questi rinnovasse le fortezze salentine secondo i progressi dell'arte della guerra, che tendeva ad abbandonare la conformazione quadrilatera ereditata dal sistema romano per passare al pentagono. Il senese, non potendo demolire e ricostruire ex novo, ideò il “Rivellino” mediante il quale rese di forma pentagonale l’intero maniero. Prima dell'Unità d'Italia, quando nel 1857 il castello venne radiato dal Novero delle fortezze del Regno Borbonico, perse la sua funzione difensiva, ma mantenne e anzi intensificò la sua funzione civile e soprattutto commerciale. Durante il 1800 divenne deposito di sali e tabacchi, oltre che sede della Dogana nel 1882 e, successivamente, sede della 17^ Legione della Guardia di Finanza.

Ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, Chiuso il lunedì. 

*Ingresso Intero 5 euro - Ridotto 3 euro (6-14 anni, oltre 65 anni, scolaresche, 

diversamente abili e relativi accompagnatori, gruppi superiori a 20 unità, residenti)

*Visita guidata di gruppo su prenotazione (in italiano, inglese o francese) gruppi € 80,00 + ticket d’ingresso; scuole € 60,00 + ticket d’ingresso

*Info e prenotazioni info@castellogallipoli.it - www.castellogallipoli.it.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner