Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 23 ottobre 2017 - Ore 10:03

Le "Metamorfosi" da Ovidio di Astragali chiudono "Mitika" al Teatro Romano

Le "Metamorfosi" da Ovidio di Astragali chiudono "Mitika" al Teatro Romano

Lecce - Dopo il rinvio dovuto al maltempo dei giorni scorsi, ultimo appuntamento martedì 13 settembre alle 21, al Teatro Romano di Lecce,  con “Mitika - Teatro e Mito nella contemporaneità”, rassegna del dramma antico alla sua seconda edizione, organizzata da “Aletheia Teatro” per la direzione artistica di Carla Guido. 

In scena, a chiudere in bellezza un cartellone teatrale di appuntamenti importanti e di grande successo di pubblico, la compagnia Astragali di Lecce con le “Metamorfosi” da Ovidio, ovvero  “Donne che resistono alla violenza degli dei”: scrittura e regia di Fabio Tolledi, sul palco Lenia Gadaleta, Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Petur Gaidarov, Onur Uysal, Hamado Tiemtorè. Musiche di “Insintesi”. 

La storia. Aracne, fanciulla della Lidia, era famosa per la sua abilità di tessitrice e ricamatrice e molto orgogliosa della sua bravura. Così un giorno ebbe l'impudenza di affermare che neanche la dea Minerva,  divinità protettrice della tessitura, sarebbe stata in grado di competere con lei. La dea, travestita da vecchia, tentò così di persuadere Aracne a scusarsi per la sua impertinenza, ma la giovane non accettò i consigli, anzi rinnovò la sfida: questa volta la dèa non si tirò indietro. Minerva tessé una sua vittoria e le vittorie degli dei; Aracne, invece, ricamò sulla sua tela gli amori e le violenze degli dèi dell’Olimpo nei confronti delle donne mortali. Questo fatto mandò Minerva su tutte le furie; distrutta la tela, si avventò contro la sua avversaria colpendola con la spola. Aracne, umiliata dall’ira divina, tentò di impiccarsi, ma Minerva la sottrasse alla morte trasformandola in un ragno.

L’esito della gara è terribile, perché tremenda è la condanna di Aracne per essere stata arrogante e per aver narrato il segreto degli stupri divini. Il tema dello spettacolo, dunque, è la potenza degli dei, ma anche la loro tracotanza e violenza, e – come rovescio della medaglia - la capacità dei mortali di resistere al volere divino. 

"Donne che raccontano le antiche storie delle Metamorfosi, intrecciando canti, immagini e miti della nostra più importante tradizione del Mediterraneo. Metamorfosi è l’immagine che diviene vita”, spiega Fabio Tolledi, regista e “dramturg” dello spettacolo, “il destino del nome che diviene cosa. Dafne, Eco e Narciso danzano come cose nel loro divenire.  Canto della resistenza dell’amore. Doppio ricucito sulla pelle che diviene nome. Scarto su questo mare comune che non riconosce nessuno”. Metamorfosi racconta di un dio maschio che viola il corpo di donne: la storia di Filomela, di Io, di Europa parlano della resistenza a questa violenza.  Noi, da sempre migranti, intrecciamo questi miti antichi per aprire gli occhi e il cuore sul tempo presente. Il Mediterraneo è un piccolo mare fatto di tante culture e intorno a noi cresce il bisogno di ritornare a raccontarci le storie che per secoli ci hanno donato il senso della vita. Donne che cantano la vita, che incantano il mondo”.

“Mitika – Teatro e Mito nella contemporaneità” si avvale del sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce e della Banca Popolare Pugliese; il biglietto di ingresso (10 euro platea, 7 euro gradoni) si potrà acquistare in prevendita presso l’infopoint del Castello Carlo V di Lecce tutti i giorni dalle 9.30 alle 22 (tel. 0832.246517), oppure la sera stessa dello spettacolo presso il botteghino del Teatro Romano (dalle 19 in poi). 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
22 Ottobre 2017 - Nardò

Nardò - Nuovi imperdibili appuntamenti con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 27 ottobre il gruppo si...

08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner