Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 04:50

I concerti del conservatorio "Tito Schipa"

I concerti del conservatorio "Tito Schipa"

Lecce - Proseguono con grande successo di pubblico gli appuntamenti musicali promossi dal Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. Mercoledì 30 marzo 2016, nel salone rinascimentale della Biblioteca “Roberto Caracciolo” in Lecce (ore 20:30), il cartellone proporrà un concerto cameristico, per archi e pianoforte, con musiche di Tartini, Mozart, Dvořák e Respighi, a cura di DOMENICO RIZZO (violino), CARLO SCORRANO (pianoforte) e del QUARTETTO “ANIMI MOTUS”, formato da ALESSANDRA MAGLIE (violino), MIRIAM BAFFI (violino), ANDREA CAPUTO (viola) ed ELEONORA FULLONE (violoncello).

Il concerto si aprirà con il Quartetto n. 21 in re magg. K. 575 (Allegretto, Andante, Minuetto e Trio, Allegretto) di Wolfgang Amadeus Mozart, il primo dei tre quartetti d’archi (insieme al K. 589 e al K. 590) che Mozart scrisse tra il 1789 e il 1790 su commissione del re di Prussia, Federico Guglielmo II, buon suonatore di violoncello. Questi tre quartetti “prussiani”, caratterizzati dal ruolo importante attribuito alla parte del violoncello, erano costati tanta fatica a Mozart, come egli stesso scrisse al «carissimo, ottimo amico» Michael Puchberg, violoncellista e compagno di loggia, quando si vide costretto a cederli all’editore Artaria di Vienna per una somma irrisoria, costretto dalla necessità e tormentato dal cattivo stato di salute. 

Seguirà l’Adagio con variazioni per violoncello (ELEONORA FULLONE) e pianoforte di Ottorino Respighi. Il tema del brano, composto nel 1921, con dedica ad Antonio Certani, compagno di studi negli anni della formazione artistica al Liceo Musicale di Bologna, trova ispirazione in un canto popolare romagnolo dalla calda linea melodica.

Sarà poi la volta della Sonata in sol min. “Il trillo del diavolo” per violino (DOMENICO RIZZO) di Giuseppe Tartini. Sulla datazione di questa celebre sonata (Larghetto, Allegro, Andante-Allegro-Adagio) vi sono diverse ipotesi: se si dà fede al racconto di Jérôme Lalande riportato nel Voyage d’un Français en Italie, fait dans les années 1765 et 1766, il brano sarebbe stato composto nel 1713, ma l’analisi dello stile musicale lo colloca più verosimilmente negli anni ’40 del XVIII secolo. Secondo Lalande l’ispirazione che portò alla sua nascita deriverebbe da un sogno in una notte del 1713, durante il quale il musicista avrebbe stretto un patto col diavolo.

Chiuderà la serata la bellissima melodia della Romanza in fa min. op. 11 per violino (ALESSANDRA MAGLIE) e pianoforte di Antonín Dvořák, composta nel 1877, con dedica al violinista František Ondříček, pubblicata postuma.

INGRESSO LIBERO

Prossimo Appuntamento: 

Domenica 17 aprile 2016 (ore 19:30)

Biblioteca “Roberto Caracciolo” – Lecce

“NOCHE HERMOSA” 

LUCIA CONTE (soprano)

SARA SERRATÌ (pianoforte).


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner