Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 05:58

Gli altri utenti stanno guardando:

Davide Manico: "L'arte è un mestiere"

Davide Manico: "L'arte è un mestiere"

Lecce - Davide Manico
Laureando in Storia e critica della letteratura contemporanea,
Davide Manico alterna la sua attività di docente a quella creativa
all’interno della compagnia di teatro danza da lui diretta e fondata.
Il recente incontro diretto con i danzatori storici del Tnzentheater
di Wuppertal di Pina Bausch rappresenta per lui un momento
fondamentale nel suo percorso formativo.
Diplomatosi in Professione MAS sotto la direzione artistica di
Susanna Feltrami, oggi è docente di laboratorio coreografico
all’interno delle accademie Professione MAS e TV Show.
Studia teatro danza con Malou Airaudo, Beatrice Limonati, danza
contemporanea con Rehinild Hoffmann, Susanne Linke e Urs
Dietrich.
Nelle edizione dal 2002 al 2004 è danzatore in “La sagra della
primavera” di I. Stravinsky con Luciana Savignano sulle
coreografie di Susanna Feltrami al Teatro Franco Parenti di Milano,
e nello stesso periodo danza in “Remi grondanti” ed in “Cristallino
eco” per le coreografie di Davide Montagna.
Nel maggio 2004 debutta come autore e coreografo di “Alice
underground”, spettacolo di teatro danza e videodanza con
orchestra d’archi diretta dal Maestro Amedeo Monetti e in
collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Brera. Interpreta
il ruolo di Fritz nello “Schiaccianoci” e sempre nello stesso anno è
Mercuzio nel “Romeo e Giulietta” per le coreografie di S. Beltrami.
Nel 2005 è attore per la compagnia Spazio Studio Atto Primo.
Nel maggio con la produzione “Di Violetta e altre Traviate” di cui è
autore e coreografo, avvia un progetto artistico che coinvolge
giovani danzatori e attori, partecipando alle edizioni dello stesso
anno di Danzaria e Palcoscenici Sommersi, promossi dal Teatro
Giuditta Pasta di Saronno.
L’ultima performance realizzata dal titolo “La speranza è un essere
piumato” ha aperto la stagione di danza del Teatro Giuditta Pasta
di Saronno del 2006/2007.
Dallo stesso anno, è promotore del progetto “RESPIRO” in
collaborazione con il reparto di ematologia pediatrica dell’ospedale
San Gerardo di Monza, e ha portato il teatro danza in corsia.

Davide Manico
Laureato in Storia e critica della letteratura contemporanea, Davide Manico alterna la sua attività di docente a quella creativa all’interno della compagnia di teatro danza da lui diretta e fondata.
Il recente incontro diretto con i danzatori storici del Tanzentheater di Wuppertal di Pina Bausch rappresenta per lui un momento fondamentale nel suo percorso formativo.
Diplomatosi in Professione MAS sotto la direzione artistica di Susanna Feltrami, oggi è docente di laboratorio coreografico all’interno delle accademie Professione MAS e TV Show.
Studia teatro danza con Malou Airaudo, Beatrice Limonati, danza contemporanea con Rehinild Hoffmann, Susanne Linke e Urs Dietrich.
Nelle edizione dal 2002 al 2004 è danzatore in “La sagra della primavera” di I. Stravinsky con Luciana Savignano sulle coreografie di Susanna Feltrami al Teatro Franco Parenti di Milano,
e nello stesso periodo danza in “Remi grondanti” ed in “Cristallino eco” per le coreografie di Davide Montagna.
Nel maggio 2004 debutta come autore e coreografo di “Alice underground”, spettacolo di teatro danza e videodanza con orchestra d’archi diretta dal Maestro Amedeo Monetti e in
collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Brera. Interpreta il ruolo di Fritz nello “Schiaccianoci” e sempre nello stesso anno è Mercuzio nel “Romeo e Giulietta” per le coreografie di S. Beltrami.
Nel 2005 è attore per la compagnia Spazio Studio Atto Primo. Nel maggio con la produzione “Di Violetta e altre Traviate” di cui è autore e coreografo, avvia un progetto artistico che coinvolge
giovani danzatori e attori, partecipando alle edizioni dello stesso anno di Danzaria e Palcoscenici Sommersi, promossi dal Teatro Giuditta Pasta di Saronno.
L’ultima performance realizzata dal titolo “La speranza è un essere piumato” ha aperto la stagione di danza del Teatro Giuditta Pasta di Saronno del 2006/2007.
Dallo stesso anno, è promotore del progetto “RESPIRO” in collaborazione con il reparto di ematologia pediatrica dell’ospedale
San Gerardo di Monza, e ha portato il teatro danza in corsia.

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
Rossano - 03/02/2011
cool!
Avatar
Dario - 02/02/2011
Bellissimo lavoro. Complimenti a Patrizia Cosi, Emanuela Spedicato e Marisa Verardo.
Avevo voglia di abbracciare il signor Manico.
Avatar
adele - 02/02/2011
bello, complimenti a Davide Manico e complimenti alla redazione.

Adele P.
Avatar
Manu - 02/02/2011
bello davvero!


Banner
Banner
Banner