Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 22 novembre 2017 - Ore 17:47

Al Politeama Greco Raf con il "Sono Io Live Tour 2015"

Al Politeama Greco Raf con il "Sono Io Live Tour 2015"

Lecce - Giovedì 19 novembre (ore 21.00 - biglietti da 23 a 39 euro - info www.politeamagreco.it - 0832241468) al Teatro Politeama Greco di Lecce appuntamento con il concerto di Raf per una delle tappe del "Sono Io live tour 2015" che sta portando il cantautore pugliese nei teatri delle principali città italiane per presentare i suoi grandi classici e i brani del suo nuovo album. Il giorno dopo (venerdì 20 novembre) Raf sarà al Teatro Palazzo di Bari (info www.teatropalazzo.com - 0809753364). "Sono io" - pubblicato a giugno per Universal Music e disponibile nei negozi e nei digital store - è un lavoro tra sperimentazione e ricerca sonora che parla d’amore e che affronta i grandi temi della modernità: emarginazione, esodi e globalizzazione. Come spiega lo stesso Raf: «Spesso gli essere umani sono come numeri, basti pensare al grave problema delle persone che scappano dalle guerre e che, una volta arrivati qui, vengono trattati in modo molto discutibile. È un problema che riguarda non solo l'Italia, come si vuole far pensare, ma tutta l'Europa. Quando la realtà diventa difficile c’è la tendenza ad essere egoisti, si ha poca fiducia nel prossimo, ma ora c'è bisogno di fare un passo indietro, di tornare a quella serenità generata dalle cose semplici, di riscoprire i rapporti fondati sull’amore, tema costante delle nuove canzoni. In fondo, la canzone d'amore è al centro della musica popolare, c’è sempre stata. Oggi più che mai!».

In scaletta i successi più noti del cantautore ma soprattutto i brani di questo nuovo lavoro, undici canzoni tra cui “Come una favola”, brano presentato a Sanremo 2015, il nuovo singolo “Rimani tu” che ha anticipato l’uscita del disco e la cover di “Rose Rosse” di Massimo Ranieri, omaggio al caro amico mentore Giancarlo Bigazzi, compositore, paroliere e produttore discografico scomparso nel 2012, autore di brani indimenticati della canzone italiana tra cui proprio "Rose Rosse", "Ti amo", "Gloria", "Gente di mare", "Gli altri siamo noi", "Self Control" e molti altri. Gli altri titoli del disco sono: “Eclissi totale”, “Pioggia e vento", “Con le mani su", "Arcobaleni", “Io ti vivo", “Show me the way to heaven" e “Amore sospeso”, il brano che dà il titolo all’album, "Sono Io”, tradisce un'ispirazione autobiografica inserendo concettualmente l'individuo al centro, di autobiografico c'è proprio l'idea dell'uomo e dei suoi pensieri, capaci di "generare" il proprio mondo, di realizzarlo "extra-ratio" e di farlo esistere attraverso il proprio sentire. Così Raf è l'artista che vive il suo tempo come estensione del suo essere più intimo, la vita quotidiana è ispirazione, ai margini del glamour e lontano dall'ostentazione di uno status: "Forse sono io un visionario/ma non cambierei nessuno di ogni mio difetto/nessuno al mondo è perfetto/ma tutti sanno giudicare gli altri/molto meglio di se stessi/in questa era degli eccessi/io sono il paradosso/Questo sono io e non mi importa cosa dicono di me/il concetto è molto semplice/io sono ciò che penso suono e canto". In un mondo che "gira fuori asse", di ribaltamento dei valori, è la normalità la vera provocazione. Come "Self control" è stato l'inno di quella generazione, cosi "Sono io" potrà esserlo per la stessa oggi: la riconquista di quell'"autocontrollo", la consapevolezza che ora va bene cosi, che "siamo ciò che vogliamo, non ciò che vogliono". Registrato tra gli Usa (in Florida e California) e l'Italia (nei suoi studi di Formello, a Roma) e prodotto e arrangiato dallo stesso RAF, “Sono Io” ha un suono è internazionale, al nuovo album sono stati dedicati due anni e mezzo di lavoro - capillare, sostanziale, totale - in cui l'artista si è spinto ancora più avanti proprio nella ricerca, nella sperimentazione e negli arrangiamenti, con felici rimandi al suo miglior repertorio.

Raffaele Riefoli da tutti conosciuto semplicemente come Raf, nasce a Margherita di Savoia, in provincia di Foggia, nel 1959. Nel 1984 incide il suo primo singolo con l’etichetta francese Carrere. Self Control raggiunge il primo posto nelle classifiche di tutto il mondo. Alla fine dell'anno esce il primo album intitolato Raf che comprende anche Change your mind e Hard. Nel 1987 scrive per il trio Morandi-Ruggeri-Tozzi Si può dare di più, la canzone che vince Sanremo. In coppia con Umberto Tozzi scrive ed interpreta Gente di Mare, un hit in tutta Europa. Nel 1988 approda a Sanremo con il brano Inevitabile Follia. L'album da cui è tratta, Svegliarsi un anno fa, fotografa un musicista "sui generis" che ha scoperto la tradizione della canzone d'autore italiana ma al tempo stesso è attentissimo alle sonorità più attuali e sofisticate. Nel 1989 torna a Sanremo con Cosa resterà degli anni ottanta. La canzone che da il titolo al nuovo album conquista ancora una volta il grande pubblico. In estate con Ti pretendo vince il Festivalbar. Nel 1991 propone tra grandi successi Interminatamente, Oggi un dio non ho (con la quale partecipa a Sanremo) e Siamo soli nell’immenso vuoto che c’è che rientrano nell’album Sogni… è tutto quello che c’è. Nel 1993 Cannibali è sei volte disco di platino. Tra i brani in scaletta Il battito animale, Due e Stai con me. Nel 1995 Raf incide Manifesto, un disco che segna un passo avanti dal punto di vista musicale ed artistico, ed in questa occasione realizza una novità assoluta non solo per l'Italia: senza nessun aumento sul costo di copertina del disco regala al pubblico il CD rom Interagendo, supporto attraverso cui il pubblico ha la possibilità di approfondire la propria conoscenza sull'artista. Raf inoltre apre il suo sito su Internet. Nel 1996 esce Collezione temporanea, primo best off di Raf. Nel 1998 esce La prova, un album di esplorazione e collaborazione con la sua band, il suono è più graffiante con un'evoluzione verso il rock pur mantenendo strutture e melodie pop. Un interessante, nuovo sviluppo per Raf e un'affascinante fusione tra pop-rock italiano moderno e  innovativo. Nel 2001 Raf si ripresenta con il nuovo album Iperbole. È un album di grande successo sia in termini di vendite che di popolarità manifestatasi in un tour "tutto esaurito". Riceve al MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) un premio alla regia per il Videoclip di Infinito (da lui pensato e girato). Nel 2002 partecipa al Pavarotti & Friends. Nel 2004 a 20 anni da Self Control esce l'album Ouch e contemporaneamente Mondadori pubblica la biografia Cosa Resterà. Nel 2006 esce il nuovo album Passeggeri distratti, il primo per SonyBmg. Nel 2008 è la volta di Metamorfosi. Il primo singolo Ossigeno raggiunge la vetta della classifica radiofonica. Nel 2009 esce Soundview, un cofanetto che contiene il primo cd + dvd live della sua carriera, registrato durante il “Metamorfosi Tour”, a coronamento di venticinque anni di successi. Nel 2011 pubblica Numeri, il primo singolo Un’emozione inaspettata e nel 2012 Le ragioni del cuore che contiene una selezione delle suoi maggiori hit rivisitate in chiave electro-pop, e due inediti “Le Ragioni del cuore” e “In Questa Notte”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner