Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 02:26

Slow Food, a tu per tu con la biodiversità

Slow Food, a tu per tu con la biodiversità

Lecce - Sabato 24 ottobre dalle 21 nella Gastronomia Renna in Piazzetta Congedo 15 a Lecce la condotta leccese di Slow Food organizza una serata di degustazione delle produzioni di eccellenza dell'enogastronomia pugliese che si inseriscono nel progetto dei presidi e delle comunità del cibo Slow Food. Una realtà nata dalla convinzione che il cibo rappresenti l'espressione più profonda del rapporto uomo-natura e che costituisce la dimostrazione concreta dell'impegno dell'associazione a tutela della Biodiversità e delle produzioni di piccola scala. La serata darà l'opportunità di apprezzare non solo prodotti dalle caratteristiche uniche e distintive, ma anche esperienze di assoluto rilievo raccontate da chi la biodiversità la "vive" quotidianamente. La degustazione prevede i due presidi Slow Food Caciocavallo Podolico del Gargano prodotto dall'Azienda Agricola Bramante di San Giovanni Rotondo (con la partecipazione di Giuseppe Bramante); Capocollo di Martina Franca del Salumificio Santoro di Cisternino (con la partecipazione di Giuseppe Santoro). Inoltre due prodotti della comunità del cibo Slow Food "Le Cesine”: Pecorino "stagionato in pozzo" e Ricottine dell'Azienda Agricola "Le Sarei" di Melendugno (con la partecipazione di Andrea Camassa). In abbinamento vini dell'Azienda Vitivinicola Cardone di Locorotondo (Castillo, Prost bianco e Prosit Rosè), con la gentile presenza di Marianna Cardone. Il costo è di 20 euro per i soci Slow Food in corso di validità e di 25 euro per i non soci.

Slow Food è un'associazione non-profit che conta 100.000 membri in 150 paesi del mondo. Fondata da Carlin Petrini nel 1986, si pone l’obbiettivo di promuovere nel mondo il cibo buono, pulito e giusto. Buono da mangiare, per le sue qualità organolettiche, ma anche per i valori identitari e affettivi che si porta dietro. Pulito perché prodotto in modo ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente. Giusto perché conforme all’equità sociale durante la produzione e la commercializzazione.

La sede di Slow Food Lecce è ospitata all'interno del Crap (Centro Residenziale di Assistenza Psichiatrica) dove vivono ben 14 persone che hanno costantemente bisogno delle cure del dottor Sergio Longo (Psichiatra e coordinatore del progetto) e del suo staff. La condotta, in collaborazione con ASL Lecce, partecipa al progetto Ortoporto che prevede la riqualificazione dell'area verde adiacente al Crap - Villa Libertini e la sua riconversione in un orto per l'autoconsumo interno e per l'eventuale commericializzazione di prodotti biologici.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner