Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 23 novembre 2017 - Ore 12:28

A Castiglione d'Otranto dal degrado al giardino comune

A Castiglione d'Otranto dal degrado al giardino comune

Andrano - Dal degrado al giardino comune: le aiuole del cimitero di Castiglione d’Otranto riprendono forma, colore e significato, grazie al progetto di riqualificazione dal basso portato avanti dalla comunità locale, nello spirito che è proprio della Notte Verde. Domenica 18 ottobre, alle ore 17, si terrà il rito di consegna di questo che è un dono collettivo. Lì nel cimitero verrà celebrata la Santa Messa e, a seguire, si terrà una sobria cerimonia di benedizione. "Non si vede bene che col cuore", il titolo scelto, è una frase tratta dal Piccolo Principe. "L'essenziale è invisibile agli occhi", proseguiva l’autore  Antoine de Saint-Exupéry. E così è. La comunità di Castiglione ha voluto vedere col cuore ciò che gli occhi non vedono più, nel luogo dei cari, dei ricordi individuali e della memoria collettiva.

Il bisogno comune di strappare all’abbandono quegli spazi ha spinto l’associazione Casa delle Agriculture Tullia e Gino a coordinare idee e raccolta fondi, con la collaborazione del Comune di Andrano e il supporto di semplici cittadini, del coro parrocchiale e delle associazioni Auser e Knidé. Il progetto del verde è stato stilato da Milena Mastria, agronomo esperto in progettazione di giardini e che ha messo la propria professionalità al servizio del bene comune gratuitamente e con grande passione.  I lavori sono stati eseguiti da Vivaio Punto Verde di Roberto De Giorgi, che, oltre alla piantumazione, ha provveduto, senza ulteriori oneri, alle rifiniture, rigorosamente con materiali locali.  Si tratta, dunque, di un intervento corale, curato nei dettagli ed innovativo. 

«E’ un giardino di tipo mediterraneo per la scelta delle specie – spiega Milena Mastria – ma con composizioni che ricordano le bordure inglesi, in quanto ho abbinato forme, trame e colori diversi, combinati in gradazioni di colori armonici. Le forme morbide delle piante, i colori e la ricchezza delle bordure sono inusuali per un cimitero, ma ho voluto "trattare" l'area come uno spazio di aggregazione e non di isolamento, un giardino che risollevi l'animo piuttosto che abbatterlo. Soprattutto, non è immobile, come quelli che usualmente si vedono in luoghi come questo, tanto che la  bordura cambia in base alle stagioni». Tra maggio e settembre, sono stati raccolti fondi per un ammontare di 1.220 euro, completamente spesi per il progetto. In particolare, le donazioni dei cittadini ammontano a 420 euro, a cui si aggiungono i contributi di 100 euro a testa di coro, Knidé e Auser e 500 euro derivanti dal ricavato dell’edizione 2015 della Notte Verde. Domenica 18 ottobre, dunque, ci si ritroverà, ognuno per la propria intimità e tutti insieme per prendere coscienza del percorso fatto, un bellissimo esempio di pratica della sussidiarietà e dell'impegno collettivo e trasversale, ad ogni livello.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner