Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 01:25

Offf – Otranto Film Fund Festival, omaggio a Carmelo Bene

Offf – Otranto Film Fund Festival, omaggio a Carmelo Bene

Otranto - Partirà domani, giovedì 17 settembre, la settima edizione di OFFF – OTRANTO FILM FUND FESTIVAL, la rassegna cinematografica organizzata dal Comune di Otranto con la fondazione Apulia Film Commission e l’Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce e diretta da Luciano Schito. Il primo appuntamento è per le ore 20.30, presso largo di Porta Alfonsina con “OMAGGIO A CARMELO BENE. Il Cinema dell’ascolto, conversazione con Mario Masini (direttore della fotografia dei film di Carmelo Bene)”, in collaborazione con SPAZIOCINEFORUM Cinit - Cineforum italiano. Partecipano all’incontro Luca Bandirali, Docente del corso di Cinema, Fotografia Televisione, Scienze della Comunicazione Università del Salento e conduttore di Hollywood Party, trasmissione di Rai Radio 3, Marcello Tacconelli, regista e Giampiero Cleopazzo, Consigliere Nazionale CINIT - Cineforum Italiano. Segue la proiezione del film “Nostra signora dei turchi” (125’) di Carmelo Bene, con Carmelo Bene, Lydia Mancinelli, Ornella Ferrari, Salvatore Siniscalchi, Anita Masini - Italia 1968.

Mario Masini, oltre ad aver firmato la direzione della fotografia di tutti i film di Carmelo Bene, è stato direttore di fotografia di "Padre Padrone" dei fratelli Taviani e ha collaborato, tra gli altri, con Vittorio Storaro. Nei giorni successivi a OFFF – OTRANTO FILM FUND FESTIVAL, Mario Masini sarà impegnato nei sopralluoghi per le riprese conclusive del docu-film "Digiuno a due voci", di cui è direttore della fotografia, con la regia di Marcello Tacconelli. Il film è un viaggio onirico nella parola e nella musicalità attraverso i luoghi, i paesaggi fisici e sonori e le suggestioni che hanno animato l'immaginario poetico di Carmelo Bene. La settima edizione di OFFF – OTRANTO FILM FUND FESTIVAL, si propone come un momento di approfondimento sulle prospettive di mercato delle produzioni audiovisive europee e sul ruolo che i Film Fund e le Film Commission possono svolgere per il finanziamento e la promozione delle opere a livello internazionale, attraverso un osservatorio dedicato alla produzione cinematografica all’interno della macro regione jonico adriatica.

Italia

NOSTRA SIGNORA DEI TURCHI

125’ - 1968

Regia: Carmelo Bene

Sceneggiatura: Carmelo Bene

Montaggio: Mauro Contini

Musica: Carmelo Bene

Interpreti: Carmelo Bene, Lydia Mancinelli, Ornella Ferrari, Anita Masini, Salvatore Siniscalchi, Vincenzo Musso

Produttore: Carmelo Bene, Giorgio Patara

SINOSSI

Ricordi, visioni, ossessioni di un intellettuale pugliese (Bene, nato a Campi, Lecce, nel 1937) di estrazione cattolica e piccoloborghese, di cultura decadentistica con inclinazioni verdiane. Si mette in scena, e in immagini, con una forte carica di ironia e autoironia, un farneticante furore barocco, uno sregolato umorismo irridente ora divertente ora allarmante. Il punto di fusione di questi eterogenei momenti è l'atteggiamento di ricerca di un assoluto che sa irraggiungibile.

CARMELO BENE

Campi Salentina ( Lecce ), 1 settembre 1937 – Roma, 16 marzo 2002

Nel 1957 si iscrive all’Accademia per lasciarla l’anno dopo vedendone l’assoluta inutilità. Debutta come attore nel 1959 a Roma come protagonista del Caligola di Albert Camus. Successivamente Bene diventa regista di se stesso, inizia a compiere un’opera di manipolazione integrale e di massacro dei “ classici “ che egli stesso chiama “ Variazioni “. Esplode il caso Carmelo Bene: Alberto Moravia, Angelo Maria Ribellino, Ennio Flaiano e Pier Paolo Pasolini sono solo alcuni degli intellettuali che vengono rapiti dal genio beniano; sono di questi anni Lo Strano Caso del Jekill e del Sig Hyde, Gregorio, Pinocchio, Salomè, Amleto, Il rosa e il nero. Comicia la sua parentesi cinematografica, prima come attore nel film di Pasolini Edipo Re poi come regista nel film Nostra Signora dei Turchi. Poi ancora Capricci (1969), Don Giovanni (1970), Salomè (1972) e Un Amleto di Meno (1973). Torna al teatro con numerose opere, ma molto rilevante è la sua cosiddetta “svolta concertistica”.

PREMI

1968 Festival di Venezia: Premio Speciale della Giuria.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner