Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 17:38

La personale di Michelangelo Pistoletto al Castello di Gallipoli

La personale di Michelangelo Pistoletto al Castello di Gallipoli

Gallipoli - Grazie al grande successo di pubblico e di critica è stata prorogata sino al 25 ottobre la personale di Michelangelo Pistoletto, uno tra i più importanti artisti contemporanei al mondo, allestita dal 5 giugno nel Castello di Gallipoli. Pittore e scultore, esponente della Pop Art, animatore e protagonista del movimento dell'Arte Povera, autore negli anni Sessanta e Settanta dei Quadri specchianti e degli Oggetti in meno, fondatore della Cittadellarte-Fondazione Pistoletto a Biella, luogo di interazione tra l’arte, l’educazione, l’industria e la società, Michelangelo Pistoletto ha ideato per Gallipoli tre grandi installazioni site-specific (il Terzo Paradiso nella Piazza d'Armi, un labirinto di cartone e il tavolo specchiante LoveDifference nella sala ennagonale), che stimolano simbolicamente lo spazio di relazione tra le persone e la storia, riconnettendo il passato al presente. La mostra, curata da Manuela Gandini, che ha ottenuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, è prodotta dall'agenzia di comunicazione Orione, che gestisce il Castello con la direzione artistica dell'architetto Raffaela Zizzari. 

Sabato 12 settembre, in occasione della presentazione del catalogo della mostra, Pistoletto è tornato a Gallipoli per realizzare un Terzo Paradiso davvero speciale con la partecipazione dei ragazzi e delle ragazze ospiti del SamSara Beach di Gallipoli, sulle note della musica dei SubSonica (qui il video della performance). L’artista biellese, infatti, è ospite speciale nell’ultimo album della band torinese. Uscito un anno fa, "Come una nave in una foresta", settimo lavoro in studio del gruppo, contiene anche una versione musicale del Terzo Paradiso. «Ci ha telefonato mentre eravamo tutti insieme al lavoro nella casa vicino al bosco, per coinvolgerci in una iniziativa legata al “Terzo Paradiso”: la sua opera planetaria, il lavoro più “partecipativo” che un artista potesse concepire. Lo abbiamo incontrato ed è stato un incontro estremamente piacevole e stimolante», ha sottolineato il cantante Samuel in occasione dell'uscita del disco.

«Ci siamo immersi in questa suggestione e abbiamo deciso addirittura di dedicare al Terzo Paradiso un brano che includesse anche la testimonianza diretta dell’artista, attraverso la sua voce. Michelangelo si è messo in gioco, non senza qualche iniziale timore nei confronti del microfono, e il brano è cresciuto in un confronto costante tra noi e lui». Dopo il Leone d’Oro alla Carriera alla Biennale di Venezia, nel 2004 l'Università di Torino conferisce a Pistoletto la laurea honoris causa in Scienze Politiche. Propio in quella occasione l'artista annunciò quella che costituisce la fase più recente del suo lavoro, denominata, appunto, Terzo Paradiso. Il simbolo scaturisce da una riconfigurazione del segno matematico d’infinito. Tra i due cerchi opposti, assunti rispettivamente a significato di natura e artificio, viene inserito un cerchio centrale, a rappresentare il grembo generativo del Terzo Paradiso, ideale superamento dell’attuale conflitto tra natura e artificio. Il segno centrale diviene l’auspicio urgente di una risoluzione nel quale armonizzare le due parti. Nel 2007 Pistoletto riceve a Gerusalemme il Wolf Foundation Prize in Arts, “per la sua carriera costantemente creativa come artista, educatore e attivatore, la cui instancabile intelligenza ha dato origine a forme d'arte premonitrici che contribuiscono ad una nuova comprensione del mondo”. Nel dicembre 2012, capovolgendo la visione negativa della profezia Maya, si fa promotore del Rebirth-day, prima giornata universale della rinascita, facendo realizzare da una rete di Ambasciatori il Terzo Paradiso contemporaneamente in oltre 70 paesi del mondo. I materiali utilizzati sono innumerevoli e appartengono alla quotidianità: tappi di bottiglia, reti, torce, reperti storici, persone disabili, fiori, orti ecc. L’ubiquità del segno è possibile grazie alla crescente partecipazione di una rete di collaboratori, “ambasciatori del Terzo Paradiso”, e delle varie cittadinanze locali. Nel 2013, da aprile a settembre, è protagonista al Museo del Louvre di Parigi con la sua personale: Michelangelo Pistoletto, année un - le paradis sur terre. Nello stesso anno, l’artista riceve a Tokyo il Praemium Imperiale per la pittura (il Nobel per l’arte) per mano del Principe Imperiale. L’artista è impegnato, sin dagli esordi, nell’elaborazione di un’arte socialmente attiva e dinamica. 

Il maniero di Gallipoli è "in rete" con il Castello Aragonese di Otranto (dove sono allestite le mostre Il sud e le donne di Ferdinando Scianna, autore di straordinari reportage apprezzati in tutto il mondo, e "Il Grand Tour da Napoli ad Otranto", a cura di Mario Congedo Editore e dell'Associazione Le Tradizioni Mediterranee) e con il Castello Carlo V di Lecce (che ospita la “Mostra Internazionale sulle Torture Medievali” e Retrospection a cura di Lorenzo Madaro). Per tutta l'estate, infatti, presentando il biglietto intero acquistato in un castello si avrà diritto allo sconto di 1 euro sull'ingresso negli altri due. Castelli in rete è un progetto innovativo di marketing territoriale, unico nel suo genere, ideato da Luigi Orione Amato, Marina Quarta e Raffaela Zizzari, fortemente voluto dalle tre amministrazioni comunali e dai gestori degli antichi manieri, per cercare di ampliare la promozione del “sistema del castelli del Salento” triplicando le singole azioni promozionali, per valorizzare e sviluppare la conoscenza degli stessi beni, migliorando e diversificando l’attuale offerta culturale dell’intero territorio salentino.

Orari settembre dalle 10 alle 21. 

Orari ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18

Aperto tutti i giorni

*Ingresso Intero 6 euro - Ridotto 3 euro (6-14 anni, oltre 65 anni, scolaresche, diversamente abili 

e relativi accompagnatori, gruppi superiori a 20 unità, residenti) Pacchetto speciale per famiglie con bambini.

*Visita guidata di gruppo su prenotazione (in italiano, inglese o francese)

- solo mostra: gruppi € 80,00 + ticket d’ingresso; scuole € 60,00 + ticket d’ingresso

- mostra + castello: gruppi € 100,00 + ticket d’ingresso; scuole € 80,00 + ticket d’ingresso

*Info e prenotazioni info@castellogallipoli.it - www.castellogallipoli.it.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner