Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 22 febbraio 2018 - Ore 21:38

Scipione Sangiovanni per Lecce Chamber Music Festival

Scipione Sangiovanni per Lecce Chamber Music Festival

Lecce - Dopo il grandissimo successo del concerto inaugurale con Francesco Libetta e Massimo Quarta, prosegue la rassegna  “Lecce Chamber Music Festival”, organizzata dal Comune di Lecce nell’ambito della attività di “Lecce capitale italiana della cultura 2015”, in collaborazione con Associazione Nireo e Festival del 18mo secolo.

Martedì 18 agosto, alle 21.30 al Teatro Romano, saranno eseguite “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi e due brani di Haendel: la Suite in re minore HWV 437 (Allemanda, Corrente, Sarabanda con variazioni, Giga) e la Passacaglia in sol minore HWV 432. Protagonista l’Orchestra da camera del Festival con Stefan Biro violino solista e Scipione Sangiovanni al cembalo.  Di recente Sangiovanni si è aggiudicato il 2° premio al "Hastings International Piano Concerto Competition". È risultato inoltre uno dei 30 finalisti dell’ultima edizione del celebre Concorso Van Cliburn. Il primo disco da solista, dedicato alla sua trascrizione per pianoforte solo de "Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi" (Urania Records, 2013), ha ottenuto lusinghiere critiche sulla stampa musicale nazionale ed estera.

Ingresso: 10 euro. Prevendita: Castello Carlo V. Telefono: 0832 246517; Youmusic, Piazza Mazzini 71, tel. 0832 301570; Principe, Via V. Emanuele 7, 0832 302050. In programma, dunque, il celeberrimo ciclo delle Quattro stagioni di Vivaldi. Se c’è un musicista la cui enorme popolarità è strettamente legata ad una sola composizione, ebbene quello è Antonio Vivaldi, le cui “Quattro stagioni” ancora oggi fanno il giro del mondo e toccano vertici da record nel mercato discografico.

Il ciclo di Vivaldi, che tratta del rapporto tra l’umanità e la natura (benigna in primavera ed autunno, maligna in estate ed inverno) può essere considerato uno dei primi esempi di musica a programma. I quattro concerti ebbero sin dalle prime esecuzioni un successo straordinario, in particolare la “Primavera”, già nel 1730 uno dei brani più ammirati nella vita concertistica parigina e fatto oggetto di vari arrangiamenti.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
19 Febbraio 2018 - Lecce

Lecce - Presentata questa mattina a Lecce la conferenza stampa di BTM, una delle principali manifestazioni del Sud Italia che raccoglie intorno a se...

20 Gennaio 2018 - Lecce

Lecce - Il 22 febbraio si accenderanno i riflettori su uno dei gioielli storici culturali leccesi d’eccellenza, l’ex convento degli Agostiniani,...

28 Dicembre 2017 - Lecce

Lecce - Gran galà e cenone di fine anno a Corte Licastro di Lecce in occasione della notte di San Silvestro. Il party esclusivo avrà inizio...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner