Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 00:32

Secondo appuntamento con la Stagione Sinfonica d’Estate 2015

Secondo appuntamento con la Stagione Sinfonica d’Estate 2015

Lecce - Secondo appuntamento con la Stagione Sinfonica d’Estate 2015 della Fondazione  ICO Tito Schipa di Lecce domenica 16 agosto,  nella cornice dell’atrio di Palazzo dei Celestini a Lecce (inizio ore 21.30), con il concerto “dal Nuovo Mondo”, diretto dal maestro Michele Carulli. II 16 dicembre 1893 Anton Seidl dirigeva alla Carnegie Hall di New York la prima esecuzione della Sinfonia n. 9 in mi minore op. 95 di Antonín Dvořák, alla presenza dell’autore. Da questo capolavoro sinfonico prende il titolo il programma del prossimo concerto dell’Orchestra Sinfonica Tito Schipa, un viaggio ideale nelle Americhe attraverso la ricchezza e la varietà del repertorio musicale americano del ‘900. Il programma propone, nella prima parte del concerto, l’ouverture da “Candide”, operetta comica del 1956 composta da Leonard Bernstein per il teatro di Broadway, e il celebre “Adagio per archi” di Samuel Barber, divenuto oggi un classico della musica americana neoromantica. Nella seconda parte i ritmi west dei quattro episodi da “Rodeo” di Aaron Coopland  e  la famosa “Sinfonia n. 9 in mi minore “dal Nuovo Mondo” di  Antonín Dvořák, lavoro imponente composto tra il 19 dicembre del 1892 e il 24 maggio del 1893 a New York durante il soggiorno negli Stati Uniti del compositore.

Sul podio dell’Orchestra Sinfonica Tito Schipa, Michele Carulli, nato come clarinettista (giovanissimo è entrato nell’Orchestra del Teatro alla Scala come “clarinetto solista” su invito di Claudio Abbado), ma ben presto dedicatosi alla bacchetta. Direttore assistente di Giuseppe Sinopoli per lunghi anni (oltre a collaborazioni, tra gli altri, con Wolfgang Sawallisch, Lorin Maazel, Carlo Maria Giulini, Riccardo Chailly), ha intrapreso una carriera internazionale, riscuotendo  unanimi consensi di critica e di pubblico. Biglietti posto unico € 8.00. Biglietteria Cooperativa Theutra, presso Castello Carlo V, via XXV Luglio a Lecce, tel. 0832 246517. Tutti i giorni ore 9-21.30. Nel giorno del concerto presso il luogo dell’evento dalle ore 20. Al prezzo sarà applicato il diritto di prevendita del 10%. I biglietti non prevedono il posto numerato. Per ogni richiesta: infoico@provincia.le.it.

La Stagione, partita lo scorso 8 agosto proseguirà fino al 30 settembre. Ecco il programma con i prossimi appuntamenti:

Stagione Sinfonica d’Estate 2015

Orchestra Sinfonica Tito Schipa - Direttore Artistico: Ivan Fedele

FESTIVAL SALENTO CLASSICA 

dal 20 agosto al 9 settembre

Giovedì 20 agosto – Lecce, Cortile dei Celestini - concerto ore 21.30

Direttore: Josè Ramon Encinar  Violoncello: Fernando Caida Greco

Gioacchino  Rossini

La gazza ladra, sinfonia

Camille Saint-Saëns

Concerto n. 1 in la minore per violoncello e orchestra, op. 33

Felix Mendelssohn-Bartholdy

Sinfonia n. 4 in la maggiore, op. 90 “Italiana”

Giovedì 27 agosto – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: José Ramon Encinar  Violoncello: David Geringas

Luigi Cherubini

Medea, sinfonia

Antonín Dvořák

Concerto in si min. per violoncello e orchestra op. 104 (B. 191)

Enrique Granados

Goyescas, intermezzo

Manuel de Falla

L’amore stregone, suite dal balletto

Martedì 1 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: Josè Ramon Encinar  Violoncello: Nicola Fiorino

Jacques Ibert 

Divertissement

Dmitrij Šostakovič

Concerto n. 2 per violoncello e orchestra op. 126 

Rossini / Respighi

La boutique fantasque

Pëtr Il'ič Čajkovskij

Romeo e Giulietta, overture-fantasia

Sabato 5 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: José Ramon Encinar  Violoncello: Asier Polo

Giuseppe Verdi

La Forza del Destino, sinfonia

Robert Schumann

Concerto in la min. per violoncello e orchestra op. 129 

Ludwig van  Beethoven

Sinfonia n. 5 in do min. op. 67

Mercoledì 9 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: José Ramon Encinar  Violoncello: Asier Polo

Dmitrij Šostakovič

Ouverture Festiva op. 96 

Franz Joseph Haydn 

Concerto n. 1 in do magg. per violoncello e orchestra 

Pietro Mascagni

Cavalleria Rusticana, intermezzo 

Igor Stravinsky

L’uccello di fuoco, suite (1919) 

Martedì 15 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: Carlo Tenan  Pianoforte: William Greco

George Gershwin

Strike up the band

Girl Crazy

Concerto in fa per pianoforte e orchestra

Ouverture Cubana

Porgy and Bess, suite

Sabato 19 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: Alfonso Girardo  Voci: Rachele Andrioli, Serena Spedicato 

OMAGGIO A EDITH PIAF

(Prima esecuzione assoluta - Commissione della Fondazione Tito Schipa)

Venerdì 25 Settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: Marco Della Gatta Coro Gospel A.M. Family di Elisabetta Guido Pianoforte: Carla Petrachi

Gospel & Gospel

for your soul

(arrangiamenti per coro e orchestra di Marco Della Gatta)

Mercoledì 30 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30

Direttore: Paolo Silvestri Tromba: Fabrizio Bosso Voce: Barbara Casini

Duke Ellington

The River, suite 

Musiche di E. Morricone, A. C. Jobim, Edu Lobo, Guinga

(arrangiamenti di Paolo Silvestri).

MICHELE CARULLI, Direttore

Pugliese di nascita, entra giovanissimo nell’Orchestra del Teatro alla Scala come “Clarinetto solista” su invito di Claudio Abbado. Contemporaneamente studia Composizione e Direzione d’orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. 

Passato successivamente dall’orchestra milanese a quella torinese della RAI, si perfeziona in Direzione d’orchestra all’Accademia Musicale Pescarese ed al Tanglewood Music Center in America con Seiji Ozawa. Proprio con l’orchestra torinese matura le prime esperienze direttoriali significative, collaborando come “direttore assistente” con Direttori come Wolfgang Sawallisch, Lorin Maazel, Carlo Maria Giulini, Riccardo Chailly, Giuseppe Sinopoli, e dirigendovi numerosi concerti. Di Giuseppe Sinopoli diventa Assistente personale e lavora con orchestre come la Bayerische Staatsoper (Carmen), i Wiener Philharmoniker (Zemlinsky: Lyrische Sinfonie), la Scala (Wozzeck, Fanciulla del West, 5. Sinfonie di Mahler), il Maggio Musicale Fiorentino (Pelléas e Mélisande, 3. Sinfonie di Mahler), la Staatskapelle Dresden (Frau ohne Schatten), collaborando anche a progetti discografici, fino alla realizzazione del completo Ring des Nibelungen nell’estate del 2000 poco prima della sua immatura scomparsa.

Sempre con Sinopoli e Sergio Sablich (Sovrintendente) ha preso parte al cosidetto “Progetto Sinopoli” sull’Opera di Roma, assumendo la carica di “Direttore associato”. Dopo avervi diretto rappresentazioni operistiche e concerti ha iniziato una carriera internazionale ottenendo inviti da importanti complessi come le Orchestre della Radio di Francoforte, Monaco e Saarbrücken, i Bamberger Symphoniker, i Berner Symphoniker, la Staatskapelle Weimar e i Münchner Symphoniker. E’ stato invitato, inoltre, a dirigere produzioni operistiche allo Staatsoper Nürnberg, all’Opera di Praga, allo Stadttheater St. Gallen, al Landestheater Innsbruck, allo Staatstheater Koblenz, al Theater Regensburg, allo Staatstheater Schwerin, al Teatro Nazionale di Tokyo.  Nominato “Primo Direttore” dello Staatstheater di Saarbrücken nel 2002, vi resta fino al 2005, firmando nuove produzioni e riprese di successo (Entführung aus dem Serail, The Rake’s Progress, Le Contes d’Hoffmann, Il Trovatore, Lucia di Lammermoor, Un Ballo in Maschera, Andrea Chenier, La piccola volpe astuta, Der Fliegende Holländer, Dama di Picche, Arabella), ed una “Prima mondiale”: Madame la Peste di Gerhard Stäbler.  Dalla Stagione 2005/06 alla Stagione 2012/13 ha ricoperto l’incarico di “Generalmusikdirektor” al “Landesbühnen Sachsen” di Dresda. Ha diretto oltre a Concerti Sinfonici (che hanno registrato notevole incremento di pubblico, oltre all’approvazione della critica) moltissime nuove produzioni operistiche: un acclamatissimo Otello (debutto 2005) oltre a Freischütz, Cosí fan tutte, Zauberflöte, Martha, Tosca, Rusalka, Eug. Onegin, Boheme ed altre. Carulli è spesso invitato come “ospite” da importanti Orchestre in Estremo Oriente (Korea, Giappone). 

Presso JPC ha pubblicato un doppio CD con la produzione integrale per pianoforte e orchestra di G.F. Malipiero (sei Concerti più le “Variazioni”) con l’orchestra della Radio di Saarbrücken (Solista: Sandro Bartoli), che è stato accompagnato da giudizi lusinghieri della critica specializzata ed è stato premiato con il “Diapason d’Oro”. Con la sua Orchestra ha inciso per la “Brillant Classic” un CD con il Concerto e la Toccata di O. Respighi, ed un altro con le “Ouverture” di G. Rossini. In Italia lo scorso luglio ha tenuto il primo “Corso di perfezionamento” per Direttori d’orchestra nel Comune di Palazzo San Gervasio (PZ). Nello stesso luogo ha fondato un’Accademia annuale che offrirà i suoi corsi per tutto l’anno accademico a partire dal prossimo novembre e si avvarrà della collaborazione dell’Orchestra Filarmonica di Cluj (Romania).


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner