Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 09:35

Tazenda e Compagnia Aria Corte per Etnica Diso Folk Festival

Tazenda e Compagnia Aria Corte per Etnica Diso Folk Festival

Diso - Domenica 9 agosto (ore 21.30 - ingresso 5 euro) con il concerto dei sardi Tazenda e della Compagnia Aria Corte si conclude la quindicesima edizione di “Etnica. Diso Folk Festival”, dedicata alla musica popolare e alle sue contaminazioni, con la direzione artistica di Francesco Corvaglia, che fa parte della Rete dei Festival Puglia Sounds "Musiche del Salento".

Andrea Parodi, Gigi Camedda e Gino Marielli fondano in Sardegna, nel 1988, uno dei primi gruppi di rock etnico in Italia: i Tazenda. Il loro primo album, eponimo, già presenta le caratteristiche stilistiche del trio; le launeddas, i tenores campionati, l’uso delle fisarmoniche diatoniche e delle chitarre elettriche che rimandano alle cornamuse, e gli impasti vocali. Nel 1991 partecipano al Festival di Sanremo con “Disamparados (Spunta la luna dal monte)”, cantando insieme a Pierangelo Bertoli; la canzone vincerà la Targa Tenco, ed è inclusa nell’album "Murales". Nel 1992 tornano a Sanremo con una canzone firmata anche da Fabrizio De André, “Pitzinnos in sa gherra”; De André inoltre canta col gruppo in un’altra canzone dell’album "Limba", “Etta abba, chelu”. Nel 1993 esce il doppio Cd live "Il Popolo Rock"; nel 1995 viene pubblicato "Fortza Paris", che segna un parziale mutamento di stile. Fra numerosi concerti dal vivo e collaborazioni prestigiose, i Tazenda arrivano al 1997, anno in cui Andrea Parodi esce dal gruppo. Gigi Camedda e Gino Marielli proseguono l’attività avvalendosi della collaborazione di GianMario Masu. Nel 2006 riprende la collaborazione con Andrea Parodi, in concerto e con la registrazione di due inediti, “E sarà Natale” e “Armentos”, contenuti in "Reunion", nuovo album dal vivo inciso all'Anfiteatro Romano di Cagliari. Il 17 ottobre 2006 Parodi muore a causa di un tumore. Nel 2007 esce l’album Vida, con sette inediti e alcuni vecchi successi, reinterpretati dal nuovo cantante Beppe Dettori; contiene “Domo mia”, un duetto con Eros Ramazzotti. Nel 2008 esce "Madre Terra": la canzone che intitola l’album è un duetto con Francesco Renga. A maggio 2009 esce il singolo “Piove luce” in duetto con Gianluca Grignani, che funge da apripista al nuovo album "Il nostro canto - Live in Sardinia" uscito a Giugno, con la partecipazione per la prima volta di Beppe Dettori. Nel 2012 esce "88", nuovo album con l’etichetta Vida. Nel 2013 Beppe Dettori decide di intraprendere una strada da solista. Il suo posto viene preso da Nicola Nite. Viene da Alghero e ha alle sue spalle, nonostante la sua età, una gavetta ed un curriculum di tutto rispetto.

La Compagnia Aria Corte, uno tra i gruppi più importanti del panorama etno/popolare pugliese, che dalla metà degli anni '90 ad oggi, continua ad essere punto di riferimento del movimento di riproposta della più antica e travolgente forma di ballo e ritmo popolare quale è la "pizzica-pizzica", non solo ma anche della tradizione grika, canti d'amore, ballate contadine e tarantelle, riuscendo a portare, nei 19 anni di attività, la musica della propria terra su prestigiosi palchi,teatri e in numerose piazze d’Italia, Europa e del Mondo (Francia, Inghilterra, Austria, Svizzera, Grecia e Brasile). Il concerto, un concentrato ipnotico e incalzante viaggio nel mitico mondo della taranta, ripercorso attraverso le musiche più suggestive ed i ritmi più ossessivi della tradizione popolare contadina del basso Salento e brani di propria composizione. La "Compagnia Aria Corte" è composta da alcuni tra i musicisti più rappresentativi del panorama popolare salentina: Carlo "Canaglia" De Pascali (tamburello, tammorre), Chicco Costantini (mandola, violino, chitarra, voce), Giovanni Arbace (chitarra acustica, armonica a bocca, voce), Lucia Passaseo (tamburello,voce), Emanuela Gabrieli (tamburello, voce), Salvatore Corvaglia (organetto diatonico), Moana Casciaro (ballo).

La rete "Musiche del Salento" (dopo Pizzica in festa, Sud Est Indipendente e Etnica. Diso Folk Festival) si concluderà dal 13 al 19 settembre a Cutrofiano, con la quinta edizione de Li Ucci Festival, organizzato dall'associazione culturale Sud Ethnic con la direzione artistica di Antonio Melegari. Una settimana di convegni, workshop, mostre, estemporanee di pittura, presentazioni di libri, bike tour e concerti per ricordare i cantori dello storico gruppo salentino, custode delle tradizioni popolari degli "stornelli", dei canti d'amore e di lavoro, spesso improvvisati al ritmo del tamburello. Tra gli ospiti anche Armonauti e Canusìa, vincitori della prima edizione di UcciFolkontest, dedicato a esperienze italiane nel folk e nella world music, organizzato nell'ambito del festival in collaborazione con Mei - Meeting degli indipendenti di Faenza e Scuola di musica popolare di Forlimpopoli. Info www.liuccifestival.it

Info e prevendite

www.etnicadisofolkfestival.it.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner