Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 16:34

Sud Est Indipendente: ecco il programma di oggi

Sud Est Indipendente: ecco il programma di oggi

Lecce - Sino a domenica 26 luglio prosegue tra il Lido York e l'Ostello del Sole di San Cataldo di Lecce la nona edizione del Sud Est Indipendente, festival nato nel 2006 dall’esperienza della Cooperativa CoolClub. Tre giornate ricche di musica, incontri e presentazioni di libri, showcase, attività sportive e per bambini.

La seconda giornata si aprirà al Lido York alle 17 con le prove gratuite di Paddle Surf e Surf da onda a cura di "Tre oceani paddle surf center" e "Suburban Surf Club". Dalle 17.30 giochi in spiaggia sul riciclo per i bambini in collaborazione con Monteco e Fermenti Lattici (che si terranno anche domenica mattina). Dalle 19, lo scrittore e cantautore tarantino Stefano Delacroix presenterà “Calm Beach” (I libri di Emil), la storia della cospirazione più indolente che una mente non troppo funzionante abbia mai potuto tramare. Ed allora – non importa che siate completamente d’accordo – benvenuti alla rivoluzione più scombinata e meno audace dai tempi di Pancho Villa. Dalle 20.30, la cantautrice Sofia Brunetta proporrà alcuni brani tratti dal suo disco di debutto "Former" (Piccola Bottega Popolare). Il cd contiene dieci canzoni concepite nell’arco degli ultimi due anni, scritte tra Italia e Canada ed arrangiate insieme al dj/produttore Giovanni Ottini, in arte Sonda). Il lavoro è il risultato di un percorso di cambiamento che ha coinvolto sia la sfera artistica sia quella personale della musicista salentina. Sofia, che aveva militato in precedenza in una punk-rock band (chitarra e voce), ha ridefinito musica e parti vocali e, lavorando per sottrazione, ha puntato ad ottenere suoni più asciutti da una parte e, dall'altra, in omaggio all’influenza della black music da sempre presente nella sua vocalità, è stato dato molto più risalto al “groove” dei singoli brani.

La serata all'Ostello della Gioventù (ingresso 10 euro), in collaborazione con WhiteZoo Records, si aprirà alle 22.30 con le esibizioni di tre gruppi pugliesi: Noon, trio che si ispira alle sonorità della scena rock e pop internazionale: sonorità fredde, caratteristiche della musica nordeuropea, che trovano nuova vita, intingendo dalla tradizione musicale italiana, con melodie pop e chitarre a tratti morbide, a tratti taglienti e psichedeliche, Moustache Prawn, con i brani di “Erebus”, un progetto complesso, una storia di fantasia, una dichiarazione di impegno sociale, un grido di protesta e sopratutto tutte queste cose contemporaneamente, e Bistouries, con una miscela di british punk ‘77, power pop americano, mod revival e jangle guitar pop. A mezzanotte sul palco approderanno i Giuda, band romana conosciuta e apprezzata anche negli Stati Uniti. Il loro mix di glam anni ’70 e la forza incisiva del sound del primo punk targato UK hanno entusiasmato il pubblico di tutto il mondo. L’album di debutto dei Giuda, Racey Roller, è stato descritto da Robin Wills (The Barracudas) come l’innesto perfetto tra i Cock Sparrer e gli Equals ed è diventato ben presto molto apprezzato da riviste quali Mojo, Rolling Stone e Maximum Rock’n’Roll. Un grande fan dei Giuda, Phil King (Lush, Jesus And Mary Chain) ha scritto: “La loro performance mi ha trasportato indietro agli inebrianti giorni trascorsi a guardare gruppi punk esibirsi nei retrobottega di dubbi pub londinesi nel 1977”. In chiusura dj set di Russell Leetch, bassista degli Editors, band simbolo del sound britannico degli ultimi 15 anni. Leetch ha studiato tecnologia musicale alla Staffordshire University ed è proprio qui che ha incontrato gli altri membri degli Editors. Nel febbraio del 2008 Leetch ha remixato il singolo “T.H.E.H.I.V.E.S.” dell’omonima band. In quell’occasione il suo pezzo divenne il b-side del disco. I suoi gruppi preferiti? Radiohead e Spiritualized.

Infine domenica 26 luglio oltre alle consuete attività sportive  dalle 19 appuntamento con “I bassisti muoiono giovani” di Francesco de Giorgi (Musicaos) a cura di Culturista Bibliolab e con il cookin dj set di DonPasta. Dalle 21.30 all'Ostello il festival si chiuderà con La Rivolta Night che vedrà la partecipazione di IFad, The Clippers, Departure Ave, di alcuni gruppi prodotti dall'etichetta salentina Rivolta Records (I Misteri del Sonno, Nu-Shu, Playontape, Teenage Riot) e dei Fast Animals and Slow Kids, band di Perugia che ha conquistato il pubblico italiano con un'intensa attività live. L'edizione 2015 avrà anche due ospiti speciali: mercoledì 5 agosto a Melpignano, come anteprima del So What Festival, torna il cantautore romano Mannarino. Sabato 15 agosto a Torre Regina Giovanna, in collaborazione con Cube Comunicazione, Urem, TTevents e Molly Arts, appuntamento con i Subsonica e il dj set di Congorock.  

Dopo Massimo Pasca e Chekos'art, il grafico, fotografo, videomaker, musicista, artista creativo e krautrock Marco Meus Acquaviva è l'autore del manifesto "celebrativo" dell'edizione 2015 del Sud Est Indipendente. La Cooperativa Coolclub da tre anni propone, infatti, ad un artista pugliese di commentare visivamente con una propria opera lo spirito dell'edizione del festival che dal 2006 ha portato nel Salento, Kings of Convenience, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Baustelle, Gogol Bordello, Skatalites, Verdena, Daniele Silvestri, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Calibro 35 e molte altre realtà internazionali, italiane e pugliesi. L'immagine rappresenta una rivisitazione psichedelica del tema del festival "Tropical" che si manifesta nella fusione tra l’uomo e gli animali. Un omaggio alla location naturale, la pineta di San Cataldo di Lecce che ospita l’Ostello del Sole, scelta quest’anno per il festival. Marco Meus Acquaviva inizia ad occuparsi di grafica pubblicitaria dal 2000 ma disegna e dipinge da sempre, da quando cioè il colore, il gioco e gli intrecci romantici delle forme hanno svelato ai suoi occhi la realtà esoterica pura. Influenze espressioniste, surrealiste e dadaiste - per autentica affinità di sguardi più che per ricercatezza stilistica - sono riconoscibili nei suoi lavori. In particolare è nell’arte digitale che riesce a sovrapporre tanto liberamente ogni intuizione; il risultato è un vero e proprio viaggio sciamanico: un quadro pregno di chiavi, archetipi, rituali e simboli, un impatto psichedelico che appaga l’arte nella sua funzione rivelatoria originaria.

Il Festival - che fa parte della Rete dei Festival Puglia Sounds Musiche del Salento - è ideato, organizzato e promosso da Coolclub in collaborazione con Comune di Lecce nell'ambito di Lecce 2015. Capitale Italiana della Cultura, Officine della Musica, Officine Cantelmo, Surfin' Salento, Lido York, Rivolta Records, WhiteZoo Records, Molly Arts, Uasc, Culturista Bibliolab, Masseria Ospitale, Fermenti Lattici, Monteco, Archistart, ShotAlive, Green Sound e altri partner privati.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner