Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 22 ottobre 2017 - Ore 08:29

"Pizzica pizzica e danze popolari del Sud Italia" al Carlo V

"Pizzica pizzica e danze popolari del Sud Italia" al Carlo V

Lecce - Dal 24 giugno al 29 luglio (tutti i mercoledì dalle 19 alle 20.30 - ingresso gratuito con prenotazione al 3492561471) prendono il via le attività del progetto Dama - Danze e musiche del Salento. Le sale del Castello Carlo V di Lecce ospiteranno "Pizzica Pizzica e danze popolari del Sud Italia". Il laboratorio - a cura di Laura De Ronzo - è rivolto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi all’affascinante e variegato mondo delle tarantelle italiane pur non avendo precedenti studi musicali o di danza. Durante le lezioni sarà approfondito lo studio delle seguenti tarantelle del sud Italia: pizzica pizzica salentina, tarantella del Gargano, tammurriate campane, tarantella calabrese.

Dama - Danze e musiche del Salento è un progetto dell’associazione Tarantarte, in collaborazione con Coolclub, con il sostegno del Comune di Lecce e con il patrocinio di Istituto Diego Carpitella e Puglia Sounds, finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dal Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per la realizzazione di un archivio multimediale e di un laboratorio permanente sulle musiche e sulle danze popolari salentine che saranno ospitati in alcune sale del Castello Carlo V di Lecce. L'obiettivo del progetto – che durerà circa due anni e sarà coordinato da Antonio Santoro - sarà, dunque, la valorizzazione di una parte del piano terra del Castello per la gestione di servizi con finalità educative, didattiche, sociali e di attrazione turistica. Sono previste quattro linee di azione: la costituzione di un archivio multimediale della musica salentina, diretto da Vincenzo Santoro, con un'attenzione particolare al vasto movimento di folk-revival che ha caratterizzato il territorio pugliese negli ultimi anni; la realizzazione di un vasto programma di attività seminariali e di fruizione pubblica dei contenuti; la realizzazione di una scuola di danza, diretta da Maristella Martella, con seminari, corsi e master-class sulla danza dalle sue forme coreutiche tradizionali salentine fino alle più recenti esperienze di rielaborazione in chiave contemporanea; lo sviluppo di percorsi formativi sull'imprenditorialità giovanile in ambito culturale e sociale.

Le attività proseguiranno da mercoledì 29 a venerdì 31 Luglio con "Lo strumentario minore: gli oggetti sonori della tradizione popolare pugliese". Il seminario a cura di Gianni Amati, della durata di nove ore, prevederà momenti di dibattito, proiezioni e approfondimento sulla danza della zona della Bassa Murgia. In particolare saranno presentati e analizzati alcuni tra gli “oggetti sonori” della tradizione popolare pugliese (scacciapensieri, tamburi a frizione, fischietti, trick-track e castagnole).

Venerdì 31 luglio (dalle 17 alle 20 - ingresso gratuito) appuntamento con "Viaggio tra le danze popolari del Sud Italia". La lezione della durata di tre ore a cura di Silvia De Ronzo condurrà gli allievi in un itinerario danzante attraverso alcuni importanti luoghi della memoria: il Salento, il promontorio del Gargano, la Campania e la provincia di Reggio Calabria. Passo dopo passo, le danze si compongono in un fluire ininterrotto e armonioso e si concludono, all'interno del cerchio, ronda, rota, nel quale il rito della comunità si compie, oggi come un tempo.

Venerdì 31 luglio (ore 21.00 - ingresso gratuito), infine, concerto con Gianni amati e li sënaturë. Un gruppo di giovani suonatori, cantatori e ballatori, nato in situazioni spontanee di feste rituali, serenate, e situazioni conviviali. Tutti i componenti provengono da Ostuni e dintorni, area tra la bassa Murgia e l'alto Salento, nella Puglia Centrale, un vero scrigno musicale. Il repertorio è composto da pizziche-pizziche, serenate e ballabili, tramandati per tradizione familiare, o apprese dai depositari della tradizione locale ed eseguiti con strumenti tradizionali. 

Dama - Danze e musiche del Salento

info@tarantarte.it

tel. +39 349 2561471

www.tarantarte.it.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner