Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 22 novembre 2017 - Ore 19:10

"EUfonè", l’altro e l’oltre attraverso la musica

"EUfonè", l’altro e l’oltre attraverso la musica

Salento - Il Festival Internazionale della Musica prende vita e si prepara al suo esordio nella Settimana di Scambio Interculturale, organizzata dalle Scuole della Rete Musicale Interprovinciale Brindisi, Lecce e Taranto “EUfonè: suoni e voci…oltre”, che si terrà dal 20 al 27 maggio in alcune località dell’area ionico-salentina.  Un progetto di ampio respiro che concretizza la volontà di superare visioni individualistiche e monocentriche di tante realtà scolastiche, ancora irrigidite su posizioni negativamente competitive malcelate da un’autonomia del potere piuttosto che dei valori. 

Ma quando la scuola avverte forte la propria mission educativa, la propria responsabilità nei confronti di una società giovanile disorientata e invocante certezze e valori in cui credere, ecco che la volontà di costruire percorsi di formazione ricchi si spessore culturale, densi di valori fondanti il profilo dell’uomo e del cittadino, si concretizzano: nasce così “EUfone: suoni e voci oltre”, una iniziativa che promuove armonicamente i principi del dialogo interculturale attraverso la musica, messaggio universale oltre le distanze e le differenze. Si tratta di uno Scambio Interculturale con 70 studenti provenienti dalla Turchia, Polonia, Serbia, Albania, Marocco,  che, aderendo come Partner Internazionali,  hanno sposato le finalità della Rete Musicale Interprovinciale costituita da I.C Porto Cesareo (Le) (Scuola Capofila), Liceo Classico-Musicale “Palmieri” (Le),  I.C. Surbo (Le),  I.C. Salice Salentino (Le), I.C. Polo 2 Galatone (Le), I.S.S. “Marzolla-Durano-Simone” Brindisi, I.C. “Casale” Brindisi, I.C. San Donaci (Br), I.C. Cellino San Marco (Br), D.D. “G.B. Vico” Taranto.

 “Devo dire che ab origine, per molti colleghi dirigenti interpellati sulla fattibilità dell’iniziativa, il progetto appariva troppo arduo, fumoso, difficilmente irrealizzabile, per la complessità, le energie preventivate e gli investimenti professionali ed economici richiesti –dichiara  Rita Ortenzia DE VITO, dirigente scolastico della Scuola capofila della Rete Musicale I.C. Porto Cesareo, brindisina in prestito professionale al territorio di Lecce - ; ma la lungimiranza e l’entusiasmo a cavalcare sfide considerate impossibili per i più, non ha frenato Carmen Taurino, Mina Fabrizio, Antonio De Blasi, Vito Albano, Maria Rosaria Manca, Gerarda Marra, Elisabetta Scalera, dirigenti che credono nella scuola della qualità, nella scuola che forma e riscatta dai disagi e le sconfitte sociali, una scuola che include e inventa ogni giorno, col poco che ha, nuove strategie di efficacia educativa, raggiungendo risultati assolutamente insperati”.

Finalmente le Reti di Scuole, che tanto valore rivestono nelle politiche scolastiche nazionali e internazionali dell’ultimo decennio, abbandonano l’esistenza formale sulle carte e dimostrano quanto la condivisione di obiettivi comuni, l’impegno riconosciuto e equamente distribuito tra le parti, il superamento del proprio ambito di intervento a vantaggio di un prodotto finale “di tutti e di ciascuno” riesca a conseguire risultati alti e grandi, oltre le aspettative. 

Ciò dimostra quanto ormai, per realizzare grandi opere bisogna pensare in grande, accogliendo le sfide che il mondo glabale, nel bene e nel male, ci lancia, perseverando nel credere in ciò che si fa, anche quando la Buona Scuola disorienta e rischia di disgregare risorse ed energie professionali che aspettano solo di essere riconosciute e valorizzate.

E quando la teoria del “global think, local act” si sposa con politiche scolastiche innovative di ambiti territoriali e regionali che non si rassegnano a dati istat poco rassicuranti sulla qualità della scuola locale e innescano scintille di entusiasmo, di ripensamento di approcci formativi, di definizione degli interventi sui reali bisogni di alunni e famiglie, ecco che le sfide di una scuola che cambia, cresce e si rinnova sono vinte in partenza. E’ il caso dell’Ufficio Scolastico Territoriale della Provincia di Lecce, guidato dal dott. Luigi Frigoli, una presenza sul territorio di Lecce che ha dimostrato come grandi professionalità, solide competenze, menti brillanti di docenti e dirigenti, aspettassero solo l’imput ad operare per risvegliare le coscienze, scuotere l’attenzione dell’opinione pubblica, rendere partecipi e protagonisti di cambiamento gli stakeholders privilegiati del mondo scuola, studenti e famiglie, cui il coordinatore dell’USP Lecce ha dato voce in luoghi costruiti ad hoc per un confronto serio, dialettico, democratico e costruttivo. Grande merito al dott. Luigi Frigoli per aver condiviso e sostenuto percorsi di crescita per una scuola di qualità.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner