Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 22:41

Ercole Pignatelli in mostra all’ex Convento dei Teatini

Ercole Pignatelli in mostra all’ex Convento dei Teatini

Lecce - Per festeggiare il suo compleanno Ercole Pignatelli si regala una mostra di pittura nella “sua” Lecce. In occasione del suo ottantesimo compleanno che cadrà il prossimo 28 aprile, l’artista leccese ha organizzato una personale al primo piano dell’ex Convento dei Teatini dal titolo “1953-205 – Un lungo viaggio ininterrotto”. 

L’inaugurazione è prevista per lunedì 27 aprile, alle ore 19.30, alla presenza del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e dell’assessore al Truismo, Marketing territoriale, Spettacoli ed Eventi del Comune di Lecce, Luigi Coclite.  Con questo evento l’Amministrazione Comunale offre l’opportunità di far apprezzare ai cittadini e ai numerosi turisti presenti in città nel periodo di svolgimento della mostra,  uno dei pittori contemporanei più dotati e interessanti del panorama artistico italiano. La mostra chiuderà i battenti il prossimo 20 giugno. L’ingresso è libero.

Ercole Pignatelli nasce a Lecce nell’aprile del 1935. Inizia presto a dipingere. Si trasferisce a Milano giovanissimo, negli anni Cinquanta, con l’intento di coniugare le sue radici con l’arte internazionale. Qui rimane subito folgorato dalla mostra di  Picasso che si tiene a Palazzo Reale nel 1953, e ogni giorno, per un mese intero, non manca di visitare le opere dell’artista catalano, che saranno fondamentali per la sua formazione.  Incontra e conosce tantissimi personaggi: Salvatore Quasimodo, Ugo Mulas, Milena Milani, Lucio Fontana. 

Pignatelli inizia subito ad avere rapporti con importanti galleristi come Carlo Cardazzo, che diventa il suo primo mecenate e lo presenta al Cavallino di Venezia dove incontra il poeta Raffaele Carrieri che gli dedica il primo articolo su Epoca. E ancora, Peppino Palazzoni, collezionista e poi direttore della Galleria Blu che gli commissiona alcuni dipinti. 

Già nel novembre del 1954 Pignatelli, a Milano, vince il premio San Fedele per i giovani. Da questo momento, riconosciuto immediatamente dall’ambiente culturale di Milano come un prodigio, Pignatelli avrà un percorso artistico caratterizzato da un susseguirsi di riconoscimenti , partecipando alla cultura figurativa europea con la forza della sua originalità coniugata alle proprie capacità di disegno, composizione e lettura approfondita delle emozioni.

I soggetti prediletti sono i paesaggi e negli ultimi anni le “ oasi”, i “ basamenti”, i “nocturna lucent” e “le acrobati” che risentono l’influsso di Picasso. Il paesaggio del Salento rimane sempre molto caro all’artista. Molte opere di Pignatelli sono presenti in musei e collezioni private in Italia e all’estero. 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner