Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 23 giugno 2018 - Ore 14:22

Kalòs, al via dal 19 aprile la nuova stagione

Kalòs, al via dal 19 aprile la nuova stagione

Caprarica di Lecce - Manca poco ormai e tra pochi giorni riapre il parco archeologico-naturalistico più amato da scuole e da visitatori, si tratta di Kalòs-l’Archeodromo del Salento, il più grande museo a cielo aperto d’Italia, un parco di Archeologia Sperimentale che ha confronti solo in Europa settentrionale. A Caprarica di Lecce, sulla Serra di Tiberio, Ottavio e Costantino, sorge questo innovativo parco che ogni anno si evolve, regalando sempre nuove emozioni: 12 ettari di spettacolari ricostruzioni in un contesto paesaggistico di straordinaria bellezza.

Le scuole, ma non solo, sono in trepida attesa per l’apertura della nuova stagione che si preannuncia straordinaria già dai numeri dei visitatori, con scuole che provengono oramai anche dall’Italia settentrionale. All’interno dell’Archeodromo, attraverso i declivi e la tipica vegetazione mediterranea del parco, i visitatori potranno ripercorrere tutte le fasi evolutive dell’uomo attraverso un itinerario in sei tappe per altrettanti periodi storici ricostruiti fedelmente attraverso riproduzioni di spaccati di quotidianità dei nostri antenati.

Si parte dalla protostoria: tra dolmen, menhir e la produzione dei primi manufatti in pietra e ceramica - oggetti fondamentali per la comprensione di quell’epoca - si entra nel villaggio dell’età del bronzo, con la specchia megalitica e le imponenti capanne, in cui è ricreata la vita quotidiana con i momenti dediti alle prime forme di agricoltura e allevamento, alla costruzione dei vasi geometrici, aspetti di una nuova economia che impose alle genti una maggiore stanzialità rispetto al passato.

Seguendo il percorso, il visitatore si trova di fronte all’ingresso di una possente cinta muraria: è la “città messapica”, in cui è possibile ripercorre la quotidianità di 2600 anni fa tra le botteghe del ceramista Avithaos e del ceramografo, la casa della tessitrice, i riti di libagione alla Dea Thana, i rituali funerari (la prothesis funebre, la tomba a camera e la sepoltura a fossa) l’eschara alla Dea Arzeria e il Santuario di Demetra, con il culto dell’acqua e le Megalartia.

Si passa all’epoca romana, in cui le conoscenze architettoniche e ingegneristiche di questo popolo sono al centro delle ricostruzioni. Si può scoprire come si costruiva una strada romana, osservare le possenti macchine di sollevamento e trasporto blocchi, incontrare lungo i percorso i centurioni  a piedi o a cavallo di una biga e ammirare la ricostruzione di un tempio. Il villaggio medioevale illustra la vita nella campagna durante questo periodo storico, con i sistemi di stoccaggio delle granaglie, la bottega del fabbro, la lavorazione dei tessuti e altre botteghe artigiane, il tutto arricchito dalla giostra equestre e da un accampamento medioevale.

Il viaggio si conclude  con la sezione dedicata alla civiltà contadina che è un vero e proprio museo demo-etno-antropologico incentrato sulla valorizzazione degli oggetti e delle tradizioni del mondo rurale, dove sarà possibile conoscere vecchi mestieri ed antiche usanze. Da domenica 19 Aprile Kalòs sarà aperto tutti i giorni al grande pubblico, anche nel fine settimana accogliendo le tante richieste delle famiglie di trascorrere una giornata immersi tra natura, arte e archeologia, l’archeodromo, infatti, dispone di due grandi aree pic-nic con servizi ed animazione per una giornata in assoluto relax. 

Inoltre, dal 22 Aprile Kalòs sarà la splendida cornice naturale che fa da sfondo a “Un giorno nella Storia”,  evento didattico per le scuole, un vero e proprio viaggio nel tempo animato dalla presenza nel parco di oltre 50 attori che arricchiscono le scene e rendono il tutto ancora più suggestivo e spettacolare.

Numerosa la partecipazione delle scuole da ogni provincia. La manifestazione sarà anche arricchita dallo svolgimento, nel pomeriggio, de “Le Olimpiadi del Mondo Antico”, riproposizione dei giochi olimpici della Magna Grecia con la partecipazione diretta degli studenti. Il parco, inoltre, è la sede ideale dove svolgere attività di laboratorio incentrate sul tema dell’archeologia, della ceramica, della cartapesta. Tutte le domeniche, e nei giorni festivi, Kalòs sarà aperto dalle 9:30 alle 19:30; dal lunedì al sabato, invece, 9:00-13 e 16:30-19:00.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni 0832-659821.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
20 Aprile 2018 - Lecce

Lecce - Ultima giornata dell’evento “Oltre la paura, arte e cultura della prevenzione” firmata Andos onlus Lecce, oggi 20 aprile alle ...

19 Febbraio 2018 - Lecce

Lecce - Presentata questa mattina a Lecce la conferenza stampa di BTM, una delle principali manifestazioni del Sud Italia che raccoglie intorno a se...

20 Gennaio 2018 - Lecce

Lecce - Il 22 febbraio si accenderanno i riflettori su uno dei gioielli storici culturali leccesi d’eccellenza, l’ex convento degli Agostiniani,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner