Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 19 novembre 2017 - Ore 11:16

Tutti I Colori Dell'Autismo all'Ex Conservatorio Sant'Anna

Tutti I Colori Dell'Autismo all'Ex Conservatorio Sant'Anna

Lecce - Giovedì 2 aprile è la giornata mondiale dedicata all'Autismo. Alle 18,30 nella sala conferenze dell'Ex Conservatorio di Sant'Anna, Michela Del Tinto e Teo Mollaian  gestiranno l'incontro: “Tutti i colori dell'autismo”, una madre che da anni combatte contro l'ignoranza e la disinformazione su una tematica di cui ancora poco si conosce: l'Autismo. Teo scrtive: “le persone non possono essere cancellate perchè non sono delle matite”

Il 2 Aprile illuminiamo di blu le nostre case e gli edifici pubblici, nella speranza di risvegliare le coscienze sulla tematica dell’autismo e di proiettare un fascio di luce nel buio del silenzio che avvolge tale patologia. L'iniziativa Light it up blue, infatti, prevede una particolare illuminazione dei luoghi simbolo di molte città, proprio per sensibilizzare la popolazione sul problema dell'autismo. La Giornata mondiale incoraggia tutti gli Stati membri dell'ONU ad adottare misure di sensibilizzazione, a tutti i livelli della società, per favorire la diagnosi e l'intervento precoce - si legge nella risoluzione delle Nazioni Unite. Inoltre, le attività e gli eventi della Giornata contribuiscono ad aumentare e sviluppare le conoscenze sull'autismo da parte della popolazione mondiale. A chi aderisce e accende una luce blu, viene chiesto di fotografare l’angolo illuminato per poi esporre sulla bacheca personale di facebook la foto scattata. La pubblicazione di ogni foto sarà la conferma d’aver aderito. 

Spiega Michela Del Tinto: “L'autismo non è mai il benvenuto in una famiglia. Quando si presenta, sconvolge ogni cellula delle esistenze a cui si accosta, nel momento in cui si rivela offre ad ogni nuovo amico una visione inaspettata delle cose e originali modalità per viverle. Nell'attimo stesso in cui si instaura questo rapporto, che come pochi altri sarà eterno, molta di questa convivenza dipenderà dalla personalità dei protagonisti. Conosco l'autismo da vicino e lo vivo molto intensamente perchè mio figlio è Autistico. Sono convinta che l'autismo sia una delle realtà che, più di tante altre, appartenga davvero a tutti con diversi livelli, ritengo inoltre che i genitori dei ragazzi autistici, anche se non hanno una diagnosi che lo certifica, abbiano in se stessi più di qualche scintilla autistica, senza esserne a conoscenza; sarebbe fruttuoso che di questo ne fossero consapevoli, perché esserne consci li faciliterebbe ad aiutare il proprio figlio ad esprimere al meglio le sue risorse e ad accettare i confini non come limite fine a se stesso, ma come caratteristica che se canalizzata può essere utilissima a lui e a tutta la società che lo circonda. L'autismo è visto dai più come un mostro da sconfiggere e non come una parte di universo ancora solo parzialmente esplorata, universo che andrebbe conosciuto, accettato e soprattutto accolto, è questa la motivazione che oggi mi spinge a parlarne e parlarne in maniera distesa e varia rispondendo in modo diretto e comprensibile alle domande che mi verranno rivolte. Gli autistici non sono solo bambini, ma giovani, adulti, anziani, uomini, donne, eterosessuali e omosessuali, che vivono ambienti diversi con mansioni diverse e questa popolazione non è tutta uguale, non presenta le stesse caratteristiche. Molte volte usciamo, viviamo, ci sposiamo, litighiamo, lavoriamo con autistici senza saperlo e a volte senza che loro stessi lo sappiano, perché non tutti gli autistici sono inavvicinabili, non tutti si chiudono, non tutti sono distaccati, anaffettivi, o vivono per conto loro in un mondo inaccessibile e non è assolutamente vero che non ci sono margini di miglioramento, non è vero che è impossibile interagire non facendo parte della loro sfera affettiva, anzi a volte sono loro a nutrire ambienti veramente squallidi, cinici, algidi, perdonando l'imperdonabile e riaccogliendo l'inaccettabile.”

Scrive Teo nel suo profilo fb:” le persone non possono essere cancellate perchè non sono delle matite- ed ancora- con mia madre sono andato a vedere cosa significato la parola disabile  e c'è scritto che la persona disabile è quella persona a cui mancano delle capacita fisiche o mentali. uindi mia madre mi ha spiegato che la parola disabile è una parola che non è un insulto ma una parola che serve a ad informare gli altri che una persona ha bisogno di aiuto perchè gli mancano delle cose. con mia madre ho capito che io posso essere considerato un disabile perchè mi mancano delle capacità ma mia madre mi ha spiegato che se mi mancano delle capacità non vuol dire che con l'impegno non posso raggiungerle il mio autismo oggi non è grave come quello che avevo da piccolo oggi ho raggiunto tante capacità che da piccolo non avevo quindi disabile ero prima e disabile un po' diverso sono oggi ma la gente deve capire che la parola disabile non è brutta.

i disabili non devono essere tenuti fuori perchè altrimenti non possiamo migliorare. ad esempio io sono autistico e ho difficoltà a comunicare ma ce la metto tutta  ma anche se io scrivo (ma ho bisogno di tempo anche se io parlo anche se sono autonomo e so uscire anche se sono come gli altri gli altri continuano a trattarmi come se non fossi pronto a fare quello che fanno loro.

sono sempre io che scrivo e non ricevo mai un messaggio sulla bacheca o privato da quelli della mia età on me di sabato non esce nessuno. sono andato ad una festa dopo 7 anni e poi il disabile nel senso brutto sarei io? no io sono disabile nel senso buono perchè io mi impegno e miglioro ogni giorno e voi?almeno io ce la metto tutta a impegnarmi e migliorare voi credete di aver fatto tutto da soli ?anche voi siete stati aiutati ma ve lo siete dimenticato. per oggi è tutto saluto tutti autistici e non. Teo.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner