Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 13:03

"Lo splendore dei supplizi" in scena il premio Ubu LIcia Lanera

"Lo splendore dei supplizi" in scena il premio Ubu LIcia Lanera

Novoli - Il premio Ubu Licia Lanera sarà la protagonista del prossimo appuntamento della Stagione di prosa, musica e danza promossa da Comune di Novoli, Teatro Pubblico Pugliese e Factory compagnia transadriatica. Sabato 14 marzo (ore 21 - ingresso 10 e 7 euro) sul palco del Teatro Comunale di Novoli, in provincia di Lecce, appuntamento con “Lo splendore dei supplizi”, spettacolo ispirato al genio di Foucault della compagnia Fibre Parallele - di e con l'attrice insignita nel 2014 del più ambito riconoscimento teatrale italiano e Riccardo Spagnulo - che ha riscosso in tutta Italia ottimi consensi di critica e pubblico.

Nelle piazze delle città d'Europa, in un tempo non troppo lontano, si mandavano a morte, attraverso un percorso di sofferenze crescenti, migliaia di criminali, i quali giungevano alla loro fine in maniera lenta e dolorosa. Lo spettacolo della punizione andava in scena seguendo un cerimoniale preciso. Il pubblico vi partecipava attivamente con sputi, spinte e insulti. Lo scopo del supplizio era quello di raggiungere la verità, attraverso confessioni fatte a mezza voce tra le pene della tortura, parole estorte in fin di vita, che celebravano il trionfo del potere giudiziario e quindi, di riflesso, del re. Ancora oggi giudichiamo i crimini e i delitti, ma ancora di più gli istinti, le passioni, le anomalie, le infermità, il disadattamento, effetti dell'ambiente o dell'eredità, e ancora le aggressività, le perversioni, le pulsioni e i desideri. Siamo il pubblico del supplizio del nostro vicino di casa e il suo boia potrebbe vivere con lui sotto lo stesso tetto. Ma cos'è l'autorità adesso?Per il nostro povero vicino, le cose si sono messe in una maniera tale che la vita assomiglia ad un castigo incorporeo. Quattro storie costituiscono il quadro unitario di un presente schizofrenico: c'è la coppietta in crisi, un giocatore compulsivo di videopoker, la convivenza forzata di una badante straniera con un vecchio un po' razzista un po' infame e ci sono due operai che rapiscono un vegano per sfogare l'insoddisfazione di una vita che non ha più senso. Allo stesso modo delle figure che si muovono in queste quattro storie, sappiamo che stiamo andando a schiantarci ad una velocità folle contro un muro, ma per fede, stoltezza e stupido amore, indugiamo nello stesso errore che dura una vita e speriamo che quel muro, come ha già fatto altre volte, sia solo un'illusione. Lo spettacolo è prodotto da Fibre Parallele e Festival delle Colline Torinesi con il contributo della Regione Puglia e con il sostegno del Nuovo Teatro Abeliano, promosso da Teatri del Tempo Presente progetto interregionale di promozione dello spettacolo dal vivo a cura di MiBAC – Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo e delle Regioni Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto.

Fibre Parallele nasce nel 2005 a Bari. Il nucleo della compagnia è costituito da Licia Lanera e Riccardo Spagnulo che lavorano insieme dal 2003. Nel 2007 la compagnia produce Mangiami l'anima e poi sputala, selezione del Premio Scenario 2007 e finalista al premio Vertigine 2010. Nel 2008 debutta con il monologo 2.(Due), finalista del concorso Extra, promosso dal Gai e vincitore del primo premio Fringe/L'Altrofestival al Festival Internazionale del Teatro di Lugano. Nel 2009 debutta Furie de Sanghe - Emorragia cerebrale, spettacolo vincitore del bando Nuove Creatività promosso dall'ETI. Lo spettacolo va in scena nel 2009 a Skopje in Macedonia per la Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo, nel 2010 al Théâtre de la Ville di Parigi all'interno della rassegna di teatro italiano in Francia promossa da Eti e Onda e nel gennaio 2013 in Belgio al Festival di Liegi. Del 2011 sono Have I None di Edward Bond, presentato all'interno di Trend rassegna dedicata alla drammaturgia britannica, e Duramadre, una scrittura originale di una microsocietà matriarcale in un mondo in disgregazione. Fibre Parallele vince il Premio Hystrio Castel dei Mondi 2011, conferito alle giovani compagnie teatrali che si distinguono su tutto il territorio nazionale. Licia Lanera riceve il Premio Landieri 2011 come Miglior giovane attrice ed è finalista nella terna Miglior giovane attore/attrice under 30 ai Premi Ubu 2011. A settembre 2012 la compagnia apre uno spazio a Bari, Agli Antipodi!, che diventa da subito un riferimento per le compagnie pugliesi come spazio prove e luogo in cui vengono organizzati laboratori. 

Il Teatro Comunale di Novoli è sempre più percepito come il centro della comunità di tutto il Nord Salento, luogo di incontri, arrivi, partenze e residenze artistiche. La stagione ospiterà, infatti, oltre agli spettacoli delle compagnie pugliesi e nazionali, anche alcuni artisti che hanno scelto il piccolo teatro per ultimare i propri allestimenti trascorrendo nella piccola cittadina diversi giorni di lavoro. È il caso, dopo Oltremundo della compagnia La Fabbrica dei Gesti per la regia di Marcelo Bulgarelli (andato in scena il 13 e 14 febbraio), di Fabrizio Saccomanno che tornerà sul palco con “Gramsci, Antonio Detto Nino”, spettacolo scritto a quattro mani con Francesco Niccolini sulla vita più che sulle opere del grande intellettuale italiano (17 e 18 aprile); Principio Attivo Teatro che debutterà (8 e 9 maggio) con la nuova “Opera nazionale combattenti”, scritta da Valentina Diana attraverso le pagine incompiute dell’ultimo atto de “I giganti della montagna” di Luigi Pirandello.

Tra le opere in programma anche “Amore e psiche” con Daria Paoletta che ripercorre le origini di questo mito e a conoscere uno a uno ogni singolo personaggio in quel suo modo poliedrico e poliglotta di raccontarceli quasi fossero veri (sabato 11 aprile). Due gli appuntamenti della rassegna “Teatro per diletto”: “Antigone il potere dei legami”, della compagnia Macaria per la regia di Marco Antonio Romano (venerdì 24 aprile) e “La nuova commedia a sorpresa” della storica compagnia Mario Teni (domenica 24 maggio). La stagione teatrale si completa con la rassegna domenicale “Ci vuole un fiore - a teatro con mamma e papà”, giunta alla terza edizione, e la rassegna per le scuole “La scena dei ragazzi”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner