Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 24 agosto 2017 - Ore 03:23

Anna Mazzamauro con "Nuda e Cruda" al Teatro Moderno

Anna Mazzamauro con "Nuda e Cruda" al Teatro Moderno

Maglie - Anna Mazzamauro con il suo nuovo spettacolo “Nuda e Cruda” esorta il pubblico a spogliarsi dei ricordi cattivi, degli amori sbagliati, dei tabù del sesso, a liberarsi dalla paura della vecchiaia, ad esibire la propria diversità attraverso risate purificatrici. Uno spettacolo sagace e liberatorio, insolente e mite, audace e timido, ridanciano e impegnato che trova nei vari dislivelli emotivi l’energia teatrale e coinvolgente per magnetizzare il pubblico e condurlo all’interno dello spettacolo e all’interno di se stesso senza filtri inibitori, senza ombre protettrici, con trasparenze dichiarate che la scenografia diafana e iridescente asseconda ed esalta. La regia spia tutti gli stimoli, anche i più reconditi, le più ardite associazioni stimolate dalla bravura dell’attrice-autrice, dalle preziose musiche originali di Amedeo Minghi affinché questo fluire di parole e canzoni diventi teatro, disegni una drammaturgia equilibrata, scorrevole e limpida, volutamente mimetizzandosi per consegnare al pubblico la nitida “semplicità” delle complessità risolte.

Ridersi addosso è un po' consolatorio e un po' terapeutico: così Anna Mazzamauro ha messo in scena in Nuda e cruda una confessione semiseria sulla sua atipicità che è un modo eufemistico per riferirsi alla sua bruttezza. Questi gli estremi di uno one-woman show tutto centrato sull'attrice, sulla sua non bellezza che finisce col fare da pretestuoso filo conduttore ad una personale teatrale che è anche un omaggio al varietà e al cabaret con una strizzatina d'occhi agli show del sabato sera della tv anni Ottanta. (...) Anna Mazzamauro dice di sé per raccontare di vizi e debolezze di un'Italia piccolo borghese e nutrita di luoghi comuni. L'attrice non si risparmia, gioca e si diverte, cerca il dialogo col pubblico che arriva in forma di applauso caloroso e risate fragorose. Insomma Nuda e cruda fra romanesco e poesia, fra costumi appesi alle grucce come in un camerino a vista e atmosfere da rivista postmoderna si porta via due ore piacevoli e di buon gusto, premiate da un pubblico plaudente e soddisfatto.

(Sipario - Nicola Arrigoni).

«Ormai ho imparato a riconoscere le emozioni del pubblico: nessun autore mi comprende meglio di quanto non possa fare io, ecco perché da qualche anno scrivo io stessa i miei spettacoli». (...) lo spettacolo andrà ad analizzare le questioni più disparate e varie, dal monologo «dedicato a Melania Rea, in cui mi chiedo come può vivere una madre se le hanno ucciso una figlia...», fino all'argomento della diversità, intesa come razzismo e omosessualità, prima di affrontare il tema dell'invalidità: «l'handicap e gli assistenti sessuali saranno soggetti del mio prossimo spettacolo, ora voglio puntare il dito sul fatto che siamo tutti uguali parlando di gay e di neri». Si affronterà anche un tema delicato e difficile come il cancro, «che terrorizza e che è una materia di cui non si riesce mai a parlare con la dovuta chiarezza e leggerezza». 

(Il Giornale - Marta Calcagno Baldini).

Le due ore dello spettacolo, intervallate, passano godibilmente, appoggiandosi su una drammaturgia scorrevole dove l’elemento più apprezzabile è quella comicità velata di malinconia. Il celebre e scomodo personaggio della signorina Silvani è lontano, e chi pensa di venire a teatro per ritrovarlo si troverà piacevolmente spiazzato. Il pubblico ascolta in silenzio, assurge al ruolo di psicanalista, libera l’attrice dai propri dissapori con la vita, interloquisce con lei quando scende dal palco, si commuove, a tratti pare scomparire di fronte alla bellezza dei racconti tragicomici e delle commoventi interpretazioni, impreziosite dalle musiche originali di Amedeo Minghi e rese ancora più efficaci dai frequenti cambi di luce che ne rafforzano l’impatto scenico. L’attenta regia di Livio Galassi rende questo spettacolo amabile e struggente, dove le risate sono solo amare.

(Persinsala - Andrea Pietrantoni).

PORTA ORE 20.30 - SIPARIO ORE 21.00

Prevendita biglietti e abbonamenti:

Ufficio Urp P.zza Aldo Moro Maglie tel. 0836.489203                

Info e prenotazioni:

Compagnia Salvatore Della Villa  327.9860420

PREZZI  BIGLIETTI: 

- Platea I settore: INTERO € 15,00 / RIDOTTO € 10,00

- Platea II settore: INTERO € 10,00 / RIDOTTO € 8,00

I  biglietti ridotti saranno concessi esclusivamente ai giovani fino a  25 anni.

in collaborazione con Comune di Maglie 

ProLoco Maglie 

Fondazione F. Capece

prossimi appuntamenti: 

martedì 24 marzo  2015

Compagnia Salvatore Della Villa

UNO, NESSUNO E PIRANDELLO

da Luigi Pirandello

giovedì 16 aprile 2015

Compagnia Salvatore Della Villa

CALIGOLA 

da Albert Camus.

NUDA E CRUDA

di e con Anna Mazzamauro

e con Leonardo Bonfitto - ballerino

Musiche originali di AMEDEO MINGHI

Fisarmonica e Pianoforte – Salvatore Cauteruccio

Contrabbasso – Sasà Calabrese

Scene Lucia Giorgio   Costumi Graziella Pera

Disegno Luci Francesco Dell’Elba

Fonico Marco Alonzo  Tecnico Luci Cristian Perria

Macchinista di scena Gennaro Cerlino

Sarta di scena Lilly Norma

Costruzioni Scenografie Renato Ostorero

Regia LIVIO GALASSI

Produzione E20inscena.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner