Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 04:25

Diodato torna a scuola "A Ritrovar Bellezza"

Diodato torna a scuola "A Ritrovar Bellezza"

Lecce - Dopo l'esperienza di "RockAlive. Frammenti di rock, un viaggio tra musica e arte visiva" con gli alunni e le alunne del Liceo Artistico Ciardo - Pellegrino di Lecce, prosegue l'attività nelle scuole del progetto Officine della Musica, promosso dall'Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Lecce con il sostegno di Puglia Sounds in collaborazione con Officine Cantelmo e Coolclub. Giovedì 18 dicembre alle ore 10.30 il cantautore tarantino Diodato - intervistato dalla giornalista Serena Costa - si confronterà, infatti, con alcune classi dell'Istituto Tecnico Statale Galilei-Costa nella sede di Piazzetta de Sanctis a Lecce. 

Dopo l'uscita di "A Ritrovar Bellezza”, con il quale Diodato omaggia i grandi autori e compositori italiani che, con le loro opere, a cavallo degli anni Sessanta, hanno reso grande la musica italiana nel mondo, il cantautore ha deciso di presentare il suo nuovo disco con un tour nelle scuole. Diodato sta incontrando i ragazzi e le ragazze per parlare del suo lavoro e del perché ha sentito la necessità di reinterpretare brani dei grandi autori italiani degli anni Sessanta, dell’esigenza di ritrovare bellezza in un periodo difficile come quello che attraversa il paese. L’artista parlerà, inoltre, di produzione musicale e di quelle che sono state le sue prime esperienze, i suoi primi passi mossi all’interno del mondo della musica italiana. I brani presenti in questa raccolta corrispondono alle composizioni che l’artista ha reinterpretato nelle “Canzoni in un minuto” con cui ha chiuso su Rai3 le puntate domenicali della scorsa stagione di "Che Fuori Tempo Che Fa" di Fabio Fazio. I brani sono stati riarrangiati con la stessa band che ha arrangiato e suonato assieme a Diodato "E Forse Sono Pazzo", primo disco dell’artista: Daniele Fiaschi (chitarra elettrica e classica), Duilio Galioto (pianoforte, Wurlitzer, MS20, organi e glockenspiel), Danilo Bigioni (basso elettrico) e Alessandro Pizzonia (batteria e percussioni). Ad essi si sono aggiunti Rodrigo D’Erasmo, violinista degli Afterhours, e gli Gnu Quartet, quartetto d’archi che vanta già numerose collaborazioni con molti artisti della scena italiana. Ad impreziosire ulteriormente il lavoro sono arrivate le collaborazioni di Manuel Agnelli che ha interpretato con l’artista "La voce del silenzio" (brano che venne portato al successo negli anni Sessanta da Mina) e Roy Paci e i suoi Velvet Brass con la splendida versione "Arrivederci" di Umberto Bindi. Il disco è stato registrato, missato e prodotto per "Le Narcisse" da Daniele “ilmafio” Tortora, già produttore del lavoro precedente dell’artista, fatta eccezione per Arrivederci, prodotta da Roy Paci, arrangiata dallo stesso assieme a Vincenzo Presta e missata da Tommaso Colliva. In Arrivederci compaiono anche Fabio Rondanini, batterista dei Calibro 35 e Gabriele Lazzarotti, già bassista di Daniele Silvestri e Niccolò Fabi.

Diodato a tredici anni forma la prima band e a venti vola a Stoccolma dove dà la voce per un brano per Beirut Café 2. Canta “Libiri”, in italiano, in collaborazione con Sebastian Ingrosso e Steve Angello, dj e produttori, poi Swedish House Mafia. In Italia si laurea in Cinema al DAMS di Roma e nel 2007 registra un EP autoprodotto che presenta al MEI di Faenza. Tre anni dopo incide un singolo dal titolo “Ancora un brivido” e conosce Daniele Tortora, produttore artistico del suo primo disco. Nasce “E forse sono pazzo”, pubblicato nel 2013 da Le Narcisse Records/Goodfellas. A settembre la coraggiosa rivisitazione di “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio De Andrè, viene scelta da Daniele Luchetti per il suo nuovo film "Anni felici”. Il brano, trasformato in un rock di grande personalità, mantiene intatta la poesia dell’originale e viene trasmesso da numerose radio e network nazionali tra cui Radio1, Radio Deejay, Radio 101. Ne segue anche un videoclip per la regia di Gianni Costantino ripreso da Vincenzo Mollica in Do Re Ciak Gulp. Al Medimex, nel 2013, viene premiato da Deezer come artista dell’anno. Poi Sanremo, con “Babilonia”, e arriva secondo, nella categoria “Nuove Proposte” e primo nella classifica della giuria di qualità, presieduta dal regista Paolo Virzì. Nel 2014 Diodato viene scelto dalla trasmissione televisiva di Rai 3 “Che Tempo che Fa”, come ospite fisso, dove rende, ogni domenica, omaggio ai grandi autori della musica italiana (come Sergio Endrigo, Domenico Modugno, Mina, Luigi Tenco e Bruno Lauzi). A giugno vince il premio “Best New Generation” e si esibisce sul palco degli MTV Awards.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner